Sale a 350 vittime il bilancio dello tsunami

da Giacarta

Il bilancio delle vittime dello tsunami che due giorni fa ha colpito la costa sud dell'isola di Giava si aggrava di continuo. Le ultime notizie ufficiali dicono di almeno 350 morti e più di 200 dispersi; tra gli altri, hanno perso la vita anche cinque stranieri, due dei quali europei. Per il momento sembrerebbe non esserci italiani. Lo tsunami è stato scatenato da un terremoto sottomarino registrato a largo della costa sud di Giava.
E intanto continuano le polemiche contro i sistemi di rilevamento. Il sisma, in un primo momento, è stato definito «lieve» dalle autorità che ne avevano minimizzato le possibili conseguenze. Con il passare delle ore le stime dei diversi centri di prevenzione e allerta sono stati rivisti al rialzo.
Gli allarmi per le diverse isole dell'immenso arcipelago indonesiano erano partiti in ritardo; la macchina costruita con i fondi piovuti da tutto il mondo durante l'emergenza del dicembre 2004 due giorni fa si era misteriosamente inceppata.