Sale in Borsa (più 3,2%) oggi i risultati

Utili in crescita per Ti Media. Accordo tra La7 e Tim per la tv via cellulare

da Milano

Telecom Italia oggi renderà noti i risultati dell’esercizio 2005. Gli analisti si aspettano profitti triplicati nel quarto trimestre grazie alla telefonia mobile e a Internet. La società dovrebbe comunicare che gli utili nel trimestre sono saliti a 419 milioni di euro contro i 138 di un anno fa, grazie comunque alla fusione con la sua unità mobile Tim. Quanto al fatturato, secondo gli analisti dovrebbe essere aumentato del 5,3% a 7,88 miliardi di euro. L’utile di Telecom per l’esercizio 2005, secondo le stime, si aggirerà tra i 3 o 3,2 miliardi, con ricavi vicino a 30 miliardi e un margine operativo lordo che si potrà aggirare anche intorno ai 13 miliardi. E si tratta, sottolineano gli analisti, di dati superiori alle attese. Ieri le azioni sono salite del 3,2% ma negli ultimi 12 mesi la discesa del titolo è stata pari al 22%. Tra le altre società riferibili a Marco Tronchetti Provera ha ritrovato appeal Pirelli, cresciuta dell’1,88% e risalita a quota 0,8134 euro, e soprattutto Ti Media in rialzo del 5,39% a 0,4496 con un colpo di reni nel finale dopo che sono stati resi noti i dati di bilancio. In questo caso i ricavi sono stati pari a 179,8 milioni (più 16,4%), con un utile netto consolidato per 800,9 milioni (meno 226,3 nello stesso periodo dell’anno precedente) che consentirà la distribuzione di un dividendo per un ammontare complessivo di circa 550 milioni. L’utile è influenzato dalle operazioni previste nell’ambito del piano di riassetto delle attività Internet, dopo che il primo giugno Ti Media ha finalizzato la cessione delle attività di Virgilio.it e di Tin.it a Telecom Italia a un prezzo complessivo di 950 milioni di euro, realizzando una plusvalenza di 901 milioni.
È stato raggiunto anche un accordo con Telecom Italia che consentirà di avere La7 e Mtv su telefonini Tim con tecnologia Dvb-h. Ti Media ha proposto un dividendo unitario di 0,1643 euro per azione ordinaria e di 0,1679 per le risparmio. La posizione finanziaria netta al 31 dicembre era positiva per 436,1 milioni mentre era negativa per 170,7 milioni al 31 dicembre 2004. Per quanto riguarda le tv del gruppo i ricavi sono aumentati nell’ordine del 24,8% così come della raccolta pubblicitaria lorda (più 14,9%).