Sale l’utile (+20%) Fidis non interessa

Unicredit

Il primo trimestre dell’esercizio si è chiuso per il gruppo Unicredit con un utile netto di 1,35 miliardi, con un incremento del 20,3% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente (più 14,6% al netto dell’effetto cambi e a perimetro comparabile). La banca sottolinea che si tratta di «una crescita molto significativa nonostante la presenza, nel risultato del primo trimestre del 2005, di una plusvalenza di circa 200 milioni proveniente dalla cessione della quota del 20,3% detenuta nella Serenissima». All’andamento dei risultati del gruppo ha contribuito positivamente il gruppo Hvb con un utile netto pari a 651 milioni, in crescita del 93,8%. L’amministratore delegato Alessandro Profumo ha detto che Unicredit non è interessata a Fidis, la società di crediti per l’acquisto di auto per la quale la Fiat (socia al 49%) cerca un partner finanziario dopo che avrà esercitato l’opzione sul 51% attualmente in mano alle banche creditrici, tra cui la stessa Unicredit.