Sale la raccolta ma scende l’utile

Mediolanum

Mediolanum ha chiuso il primo semestre 2006 con un utile netto pari a 106 milioni di euro, in calo dell’8% rispetto al risultato del pari periodo dell’anno scorso. Nei primi sei mesi dell’anno le masse amministrate si sono attestate a 31,06 miliardi di euro con un incremento del 10% sul 2005, mentre la raccolta lorda è risultata di 4,22 miliardi di euro, in salita del 47% rispetto al 2005. Positiva anche la raccolta netta, pari a 1,21 miliardi di euro, in progresso del 30% sull’anno precedente. Per quanto riguarda Banca Esperia, controllata in modo paritario da Mediolanum e Mediobanca, l’utile netto è stato di 6,2 milioni di euro (di cui 3 milioni di pertinenza del gruppo di Basiglio), in crescita del 36%. Quanto alle recenti aggregazioni il presidente del gruppo Ennio Doris ha detto che «in Italia ci sono banchieri di grandissimo valore. Mediolanum è in grado di essere concorrenziale sul mercato anche stando da sola, ma non esclude a priori eventuali proposte di aggregazioni se portano più valore alla società».