Sale sul cavalluccio del lido: a tre anni muore folgorata

La tragedia davanti agli occhi atterriti dei genitori. Forse ha toccato un cavo scoperto

da Cosenza

Ancora una tragedia al Luna park, nel giro di pochi giorni. Una bambina di tre anni e mezzo, è rimasta ieri folgorata, mentre stava giocando su un cavallo a dondolo elettrico in un lido di Villapiana Scalo, nel Cosentino. La piccola, Sara Mariucci, era con il fratellino e i genitori, appena arrivati per le ferie da Perugia. Dopo la mattinata trascorsa in spiaggia nel pomeriggio si è fatta dare dai genitori una moneta per fare partire il cavalluccio, ma le è caduta di mano andando a finire proprio sotto l'apparecchio. Sara, secondo una prima ricostruzione che è al vaglio degli investigatori, non ci ha pensato due volte, si è abbassata e ha infilato la manina sotto il gioco. Un gesto che le è stato fatale. Probabilmente la piccola ha toccato qualcosa provocando la scarica elettrica che l'ha folgorata, sotto lo sguardo atterrito di mamma e papà. Inutile il trasporto all’ospedale di Trebisacce: la bimba, Sara Mariucci, non ce l’ha fatta.
Una tragedia destinata a scatenare polemiche. È la seconda nel giro di pochi giorni. A Montesilvano, in provincia di Pescara, mercoledì aveva perso la vita un tredicenne, Domenico Semplicio. Con due amici stava cercando di sistemare la bicicletta tra il «Castello incantato» e il «Labirinto di specchi», ma è inciampato e, quando si è appoggiato con le mani sulla struttura metallica di una delle due giostre, è stato investito da una scarica elettrica letale.