Sale sul marciapiede con l’auto e uccide ciclista

Si distrae un momento per sintonizzare la frequenza della radio, perde il controllo dell’auto che sale sul marciapiede e travolge un ciclista, uccidendolo. È accaduto ieri pomeriggio verso le 17, in via Aldo Moro, dove A.T., un uomo di 58 anni è morto dopo essere stato sbalzato dal sellino della propria bicicletta e aver fatto un volo di venti metri. Alla guida della Twingo c’era un ragazzo di vent’anni, M.A. accanto a lui la fidanzata che ha assistito a tutta la scena. In base alla ricostruzione fatta dagli agenti della polizia locale che sono intervenuti sul posto, la macchina stava arrivando da via Valassina e si era immessa sulla via Aldo Moro in direzione del cimitero di Bruzzano a velocità elevata. L’impatto con il ciclista che pedalava nella stessa direzione dei due giovani è stato violentissimo e fatale per l’uomo che è morto poco dopo essere stato ricoverato all’ospedale di Niguarda. L’autista della Twingo se la caverà con una prognosi di qualche giorno. Ora si dovranno aspettare i risultati del test alcolimetrico e delle prove ematiche che sono state eseguite sul giovane subito dopo l’incidente. Ad aiutare i vigili - secondo i quali il «pirata» probabilmente si è distratto per regolare l’autoradio - oltre quella della ragazza che stava accanto al guidatore della Twingo, anche la testimonianza di un passante.