Sale la tensione nello Zimbabwe: sciopero generale

Cresce la tensione in Zimbabwe, mentre i risultati delle elezioni presidenziali non vengono ancora resi noti e l’opposizione chiama la popolazione ad uno sciopero generale per martedì prossimo, 15 aprile. La polizia ha vietato tutte le manifestazioni nella capitale Harare. Oggi a Lusaka, capitale dello Zambia, si terrà un vertice straordinario della Comunità di sviluppo dell’Africa australe (Sadc), dedicato alla crisi in Zimbabwe. Il presidente Mugabe non ci sarà, il suo avversario Morgan Tsvangirai sì.
L’opposizione chiede la pubblicazione immediata dei risultati delle presidenziali del 29 marzo scorso, che ritiene vinte da Tsvangirai. Per questo ha indetto lo sciopero di martedì. Il governo risponde che la commissione elettorale non ha ancora terminato la conta dei voti.