Sale Unipol, giù Fonsai

Piazza Affari, a corto di idee, ha agito ieri su indicazioni delle banche d’affari che hanno espresso giudizi su alcuni titoli. Il caso più eclatante riguarda Unipol, in questi giorni al centro delle intercettazioni telefoniche: il titolo cresce del 2,3%, a 2,73 euro. Goldman Sachs ha rivisto al ribasso il rating su Fonsai, che cede l’1,8%. Nel comparto bancario limature si sono avute per Unicredit (meno 2,1%), Capitalia (meno 1,6%) e il duo Popolare Verona e Bpi, mentre Montepaschi si apprezza dello 0,8%. Si è stabilizzata la quotazione di Italease; Mediobanca ha chiuso in rialzo dell’1%. Tiene Fiat, Telecom non si allontana troppo da quota 2 euro, mentre tra gli energetici scambi consistenti per Eni ed Enel alla vigilia dello stacco cedola. Gli indici segnano diffuse limature, intorno allo 0,3-0,4%, attraverso scambi che si sono riportati sui livelli degli ultimi giorni, a oltre 11 miliardi di controvalore.