Salemi capitale tibetana

Sul Palazzo comunale di Salemi da ieri sventola la bandiera del Tibet. E, nei progetti del sindaco Vittorio Sgarbi e dell’assessore ai Diritti umani Oliviero Toscani, la cittadina distrutta dal terremoto del Belice dovrebbe anche essere la prima città italiana a ospitare un monastero tibetano. Il progetto è stato lanciato ieri nel chiostro di Sant’Agostino, nel centro storico della cittadina siciliana, e «costituirà una sfida per gli architetti di tutto il mondo». Ma, come ha spiegato Sgarbi, «fare di Salemi la prima capitale d’Italia tibetana» sarà solo una delle iniziative per mantenere viva l’attenzione pubblica sulle repressioni dei cinesi nella regione del Tibet.