Salemi, il «vulcano» Sgarbi chiama Pierangelini e Paolini

Il «vulcano» Vittorio Sgarbi (nella foto) non si ferma. Dopo il restauro a costo zero del centro storico di Salemi - la cittadina trapanese della quale è sindaco - grazie alla cessione a un euro delle abitazioni abbandonate, ecco una nuova trovata: gli assessori alle «Mani in Pasta» e al «Gusto e al disgusto», rispettivamente Fulvio Pierangelini, celebre chef del Gambero rosso di Livorno al primo posto nella guida de L’Espresso, e Davide Paolini, il «gastronauta» - dall’omonimo sito da lui inventato - critico del Sole 24 Ore. Pierangelini e Paolini non saranno veri e propri assessori. La giunta Sgarbi è al gran completo, e dunque saranno dei semplici consulenti esterni, che a titolo gratuito promuoveranno le bontà culinarie locali. Perché il riscatto di Salemi, che Sgarbi sta portando avanti da quando si è insediato, passa anche dalla cucina.