Salerno, 61enne muore sbranata da pitbull

Nella casa di vacanza a Pontecagnano Paola Palmieri è morta dopo essere
aggredita e sbranata dal proprio cane. Ferita anche la vicina. Il cane è stato, poi, ucciso dal figlio della vittima con una coltellata

Salerno - Una donna di 61 anni è morta dopo essere aggredita e sbranata dal proprio cane, sembra un pitbull. Il fatto è accaduto in una casetta di vacanze a Pontecagnano (in provincia di Salerno). Sul posto sono giunti i soccorritori e i carabinieri.

La vittima sbranata La vittima si chiama Paola Palmieri, 61 anni. È stata aggredita dal suo cane, un pitbull, nel cortile della sua casa, in una traversa di via Magellano, la strada che da Pontecagnano conduce alla litoranea. La donna è morta per le gravissime ferite che le sono state procurate dal cane.

Ferita anche la vicina Una vicina di casa della Palmieri è rimasta ferita mentre cercava di soccorrere la vittima. La vicina, azzannata a una coscia dal pitbull, è stata ricoverata nell’ospedale di Salerno. Le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni.

Il figlio uccide il cane Uno dei figli della Palmieri ha ammazzato con una coltellata il pitbull. Il giovane si è precipitato a casa non appena avvisato dai vicini. Sul posto sono giunti anche il marito, un dipendente del comune di Salerno, gli altri due figli maschi che vivono a Giffoni Vallepiana (Salerno), l’unica figlia femmina che vive ancora con i genitori.

Le indagini dei carabinieri Sulla tragedia consumatasi questa mattina indagano i carabinieri della compagnia di Battipaglia, diretti dal tenente Di Sario, mentre il pm della procura della Repubblica di Salerno, Massimo Lo Mastro, ha aperto un fascicolo. Sul posto si è portato anche il medico legale Giovanni Zotti per un primo esame esterno del cadavere. Paola Palmieri viveva a Salerno assieme al marito Giuseppe Lamberti e alla figlia. Saltuariamente si recava nella casetta di via Magellano per trascorrere qualche ora di tranquillità assieme alla sua famiglia, ora distrutta dal dolore.