Salerno, modi diversi di «raccontare» la poesia

Si chiude oggi la IX edizione della Rassegna Internazionale di Poesia «DiVersi Racconti» che si svolge a Salerno, al Teatro Auguste. Il programma della rassegna, diretta da Idolina Landolfi, vede protagonisti giovani poeti italiani (Fabrizio Bajec, Luca Bombardieri, Paolo Maccari, Matteo Marchesini, Tommaso Pippucci, Luigi Socci, Antonello Tolve), poeti di area baltica (Eugenijus Alisanka, lituano, Erika Berzina, lettone, e Doris Kareva, estone), e poeti ungheresi: questa sera di scena Endre Szkárosi, poeta e traduttore in italiano, Tomaso Kemeny, ungherese che insegna Letteratura inglese a Padova, e Katalin Ladik, una delle voci più importanti della poesia sonora nel suo paese. Sempre questa sera uprevista una perfoirmance del francese Serge Pey, uno dei poeti performer più noti al mondo; creatore di situazioni, redige i suoi testi su punte di bastone con cui realizza delle installazioni rituali di poesie. Ha fondato il gruppo di poesia d’azione «Los Afiladores» («Gli affilatori di coltelli»).