Il Salone del libro usato Rarità, fumetti e locandine

Ci sarà la prima edizione di Ossi di seppia di Eugenio Montale. Poi una collezione di romanzi per donne degli anni ’40 e una raccolta di foto di scena di film stranieri degli anni ’20 e ’30. Per il secondo anno a Milano viene organizzato il «Salone del Libro Usato», un evento che, secondo il suo promotore, Marcello Dell’Utri, potrebbe diventare un appuntamento anche a livello europeo. «Considerando che molte fiere vengono organizzate per un anno e poi spariscono essere arrivati alla seconda edizione è già un successo - ha detto il senatore -. Inoltre i libri usati spesso sono anche più belli di quelli nuovi: lo dimostra il fatto che abbiano resistito al tempo, a differenza di tante novità che si trovano in libreria, e siano ancora ricercati». Il Salone si svolgerà alla FieraMilanoCity dal 2 al 4 dicembre. Centocinquanta gli espositori, alcuni dei quali stranieri. Trecentocinquanta le bancarelle sulle quali i visitatori potranno trovare anche delle autentiche rarità. Saranno in vendita fumetti e cinquecentine, manifesti di film e riviste di avanguardia, opuscoli con biografie di personaggi degli anni ’30 e la collezione completa delle opere di Ignazio Silone stampate in Svizzera durante il suo esilio.