Il Salone del Mobile festeggia mezzo secolo

Uno spettacolo teatrale, una mostra, un allestimento scenografico in piazza Duomo per celebrare i cinquant'anni della più grande manifestazione fieristica di desing. <BR> Ad aprile torna a Rho dopo 3 anni il SaloneUfficio e la biennale Euroluce

Il Salone del Mobile si prepara a festeggiare mezzo secolo di vita, di attività e di successi. E se tutti conoscono la fama internazionale della più grande manifestazione fieristica del mondo nel settore, forse non tutti sanno che il Salone, o meglio i Saloni, in controtendenza rispetto a molte altre fiere internazionali, continuano a incrementare la lista d'attesa e soprattutto ad ampliare la sua offerta qualitativa. «È per noi motivo di grande orgoglio - spiega il presidente di Cosmit, Carlo Guglielmi - preparare questo momento in un contesto di grande affermazione proprio quando la nostra fiera sta vivendo il massimo successo. Siamo appena tornati da New York dove è ancora in corso un articolato programma che ha combinato la presentazione del prodotto italiano con un'offerta culturale unica: in una settimana sono stati circa 6mila i visitatori che hanno preso parte alle rappresentazioni al Park Avenue Armory dell'Ultima Cena di Leonardo interpretata da Peter Greenaway».
Ora è il momento di guardare avanti e di organizzare il prossimo salone. Al centro della manifestazione l'innovazione, delle persone e delle cose, guardando al passato e pensando al futuro. Come innovatore è stato il pensiero di quel gruppo di imprenditori che hanno dato vita nel settembre del 1961 al primo Salone del Mobile. In quegli anni nasceva il design. Ora a cinquant'anni di distanza Cosmit guarda indietro per ricapitolare la strada fatta: con una rappresentazione teatrale affidata a Laura Curino, Cosmit in collaborazione con Fondazione Bassetti, FederlegnoArredo, Camera di Commercio di Milano e di Monza e Brianza, racconta i grandi protagonisti, designer e imprenditori milanesi. A febbraio al Piccolo Teatro Studio andrà in scena Realizzare l'improbabile, Il design a Milano: ascendenze e prospettive: saliranno sul palco le idee, i tratti, le esperienze di Castiglioni, Magistretti, Menghi, Sottsass, Viganò, Zanuso e degli imprenditori Cassina, Castelli, Gandini, Barassi, Bitossi, Sarfatti.
L'anniversario di Cosmit sarà celebrato dalla Triennale di Milano che dedica al Salone del Mobile la quarta edizione del Museo del design. Nell'anno della biennale Euroluce, occhi puntati su Piazza della Scala - Piazza San Fedele dove la scenografia ideata da Attilio Stocchi trasforma la piazza in un nuovo visionario Theatrum Naturae e fa rinascere gli alberi, avvolti nella nebbia padana.
La suggestiva cornice di piazza Duomo ospita «Principia», mostra immaginifica sul futuro, un percorso costituito da otto ambienti progettati da Denis Santachiara in collaborazione con Solares Fondazione.