Il Salone del Mobile ricrea le quattro stagioni in piazza Duomo

Mostra-installazione "La Natura dell’Abitare" di Carlo Ratti dedicata al clima e alla sostenibilità possibile per ricostruire il rapporto fra uomo e natura in casa e negli ambienti urbani

È possibile riconciliare il rapporto fra l’uomo, la natura e l’abitare? Percorrere con decisione e lo con lo sguardo rivolto al futuro la strada della progettualità sostenibile negli spazi interni di una casa? La risposta, non scontata ma positiva, arriva in occasione del Salone del Mobile.Milano attraverso un evento che proietta idee e visioni dalla Fiera in città con la mostra-installazione Living Nature. La Natura dell’Abitare. Progetto sviluppato sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA) con Barbara Römer che apre la Milano Design Week con il padiglione di 500 metri quadrati allestito dal 17 al 25 aprile in piazza del Duomo davanti a Palazzo Reale. Nel segno del legame sempre più stretto fra Salone del Mobile e Milano che fanno squadra anche in questo modo per consolidare una ledership internazionale indiscussa che unisce design e innovazione, creatività e destinazione glamour.

Installazione super tecnologica in cui le quattro stagioni coesistono una accanto all’altra, ciascuna con il proprio microcosmo vitale permettendo al visitatori di immergersi nella natura attraversando l’Inverno, la Primavera, l’Estate e l’Autunno tra “suggestioni” familiari e domestiche in un percorso nella realtà ecosostenibile, frontiera prossima ventura della sfida dell’abitare metropolitano. Perché Living Nature propone soluzioni che si possono applicare realmente sfruttando in modo intelligente le innovazioni tecnologiche esistenti. Ad esempio dimostra come sia fattibile una tecnologia per il controllo climatico che sia anche sostenibile, basata sull’uso di celle fotovoltaiche e accumulatori energetici, dalle ampie potenzialità per future applicazioni.

Non solo. Il padiglione alto cinque metri, è coperto con una membrana speciale in Crystal “responsive”, dotata di sensori in gradi di reagire alle condizioni di luce per consentire così la regolazione ottimale delle condizioni climatiche interne. Pannelli fotovoltaici organici con celle solari di ultima generazione - basati sul processo di fotosintesi della clorofilla - forniscono l’energia necessaria a rinfrescare e riscaldare l’interno del padiglione dove si trovano alberi, piante, fiori, ortaggi omaggio della flora internazionale.
Come internazionale è il Salone del Mobile.Milano che offre un importante contributo al re-greening della città, esempio della strada che è possibile imboccare con una prospettiva nuova, per rendere abitazioni e ambienti urbani a misura d’uomo: sostenibilità ambientale, cambiamenti climatici che hanno al centro la natura in grado di migliorare la qualità della vita.

Uno degli obiettivi principali del progetto è infatti il raggiungimento della massima copertura possibile dei consumi energetici attraverso l’uso di energia prodotta localmente da fonti rinnovabili. Living Nature è, in questo, un piccolo universo intelligente e sostenibile che ospita quattro ecosistemi. Ventitré specie di alberi ad alto fusto ritrovano qui perfette condizioni di luce e temperatura e un habitat ideale in relazione alla stagione. Passeggiando nell’area invernale ci si imbatte in due differenti specie di acero – acero di Padre David e l’acero grigio – nella betulla dell'Himalaya, nella sofora "Gold Star", nell’abete orientale e in due varietà di pino – pino silvestre e pino d'Austria. Nello spazio dedicato alla primavera, si gode lo splendido spettacolo del melo da fiore giapponese, del ciliegio del Tibet "Branklyn" in fiore, dell' incantevole magnolia di Loebner. Completano lo scenario il mirabolano da fiore, il cercidifillo e due varietà di amelanchier. Nella zona estiva, si affiancano la farnia, l’ontano nero e il tiglio cordato e ci si gode il verde brillante del carpino bianco e della dicksonia. Infine, nel settore riservato all’autunno, fanno sfoggio dei
loro caldi colori il melo da fiore "Rudolph", l’acero giapponese e la parrozia. Ciascuna stagione si caratterizza per la presenza di composizioni da orto con piante e flora, arbusti, erbacee e bulbose che accompagnano il visitatore nella passeggiata dentro il padiglione.

Il percorso racconta anche storie di design speciali: ogni stagione accoglie oggetti icona che definiscono quattro spazi domestici e quattro esperienze familiari differenti tutte da vivere. Narrazione di un’architettura d’interni che soddisfa la funzione nel rispetto dell’ambiente, con il contributo di Arper, Cappellini, Desalto, Ethimo, Fiam,
Glas Italia, Kartell, LaPalma, Living Divani, Magis, Moroso, Muuto, Myyour, Riva1920.

Martedì 18 dalle 21.30 alle 23 nel padiglione è previsto un il talk The Green & The Grey. Nuove connessioni tra natura e design con l'intervento di Stefano Boeri, Carlo Ratti, Patrick Blanc, Flavio Pollano, Barbara Römer. Moderatore Marco Romanelli (entrata libera)

Living Nature. La Natura dell’Abitare
17 - 25 aprile
Piazza del Duomo
dalle 10 alle 22 - entrata libera: 10 persone ogni 10 minuti