Salone della moto Anche la sicurezza scende in pista

Dal 14 al 19 novembre Milano diventa capitale mondiale della due ruote con oltre mille marchi in mostra. Per la prima volta la fiera diventa appuntamento annuale

Giorgio Scaglia

Chi crede nella scaramanzia e ama le due ruote può tirare un sospiro di sollievo: per la prima volta dopo 50 anni infatti, il Salone della Moto di Milano ha luogo in un anno pari, dal momento che, dopo 5 decenni di alternanza con il Salone che si svolge in Germania, Eicma recupera la sua cadenza annuale. Dal 14 al 19 novembre, nel quartiere fieristico di Rho, saranno visibili le ultime novità di un settore in continua crescita e che mobilita milioni di appassionati.
Per una settimana Milano sarà il centro mondiale della moto: Solo in quei giorni sarà possibile vedere davvero tutto, perché qui sono presenti le più grandi aziende di 32 Paesi e solo qui è presente al gran completo l'industria italiana, che rappresenta la metà dell'intera produzione europea.
La 64° Esposizione Internazionale del Motociclo si presenta con l'imponenza dei suoi 250 mila metri quadrati lordi di superficie occupata, dei quali 60 mila all'esterno dove si svilupperà «Motolive» con le sue gare, le sue prove, i suoi spettacoli, e il resto all'interno, dove oltre mille marchi in rappresentanza di 32 Paesi occuperanno un'area adibita a stand di 48.500 metri quadrati.
Il punto di forza di questo Salone è costituito ovviamente dalla presenza al gran completo dell' industria italiana, che rappresenta da sola il 50% della produzione europea : Aprilia, Ducati, Guzzi, Malaguti, MV Agusta, Piaggio, Brembo, Adler, Marzocchi, Sito e molti altri presenteranno in esclusiva a Milano le loro novità. Ma tutta l'industria mondiale «che conta» è presente a Milano, che affronta per la prima volta dopo cinquant'anni la concomitanza con il Salone tedesco senza vedere significativamente indebolite l'internazionalità o la consistenza della manifestazione. Oggi sulle strade girano milioni di moto, spesso potentissime, per questo gli organizzatori hanno ritenuto utile portare il tema della sicurezza all'attenzione di tutti coloro che visiteranno il Salone della Moto, promuovendo l'allestimento del «Corner della sicurezza stradale», un vero e proprio quartiere della sicurezza nel quale le istituzioni e le associazioni di settore faranno conoscere al pubblico i prodotti e le iniziative destinate a migliorare il comportamento di chi viaggia sulle nostre strade. Nei giorni 14 e 15 ingresso riservato a stampa e operatori. Per il pubblico, da venerdì, biglietto a 16 euro.