Salone nautico, al via le grandi manovre

All’apertura del Salone nautico mancano solo dieci giorni. E ieri la «macchina» per allestire gli stand si è messa in moto. «Nelle fasi più calde dell’allestimento, previste per la prossima settimana, lavoreranno contemporaneamente 3mila persone» raccontano gli organizzatori. E cominciano a prendere forma le novità, a partire dal percorso pedonale per i visitatori che va dalla stazione di Brignole alla Fiera, «casa» del Salone.
«Il cantiere verrà spostato per far arrivare il pubblico senza interruzioni fino agli ingressi - raccontano Fiera e Ucina, l’Unione dei costruttori di barche-. Si passerà per la “strada senza norme”, ovvero la rampa di corso Aurelio Saffi che scende in viale Brigate Partigiane e che sarà riservata ai pedoni, per arrivare al sottopasso, recentemente modificato con l’installazione dell’ascensore e di una più agevole rampa di accesso».
L’altra novità per il pubblico riguarda l’acquisto via internet dei biglietti (13 euro il costo, più 1,95 di prevendita). «Da casa si potrà stampare un codice a barre che fungerà da vero e proprio biglietto. Non ci sarà bisogno, cioè, di passare in biglietteria, i varchi di ingresso avranno un lettore ottico che leggerà i tagliandi acquistati via internet attraverso i siti www.salonenautico-online.it, www.salonenauticogenova.it e www.bestticket.it».
Il Salone prende il via sabato 6 ottobre e per quel giorno tutte le 2.300 barche esposte dovranno essere al loro posto. Molte (500) saranno ormeggiate in acqua nelle due marine della Fiera. «Le barche superiori a 12 metri arriveranno via mare, così ridurremo il traffico di camion e lo smog in città - spiegano ancora gli organizzatori- Quelle più piccole e i gommoni, invece, giungeranno alla Fiera prevalentemente via terra».
Per muoverli sono pronte 11 gru, 5 carrelli radiocomandati e 16 carrelli elevatori. L’ormeggio delle imbarcazioni sarà poi gestito da cinque sub, sette ormeggiatori e 5 gommoni. «Particolarmente spettacolare sarà la manovra di posizionamento - che potrà avvenire solo quando saranno entrate tutte le barche ormeggiate nella nuova Marina - del secondo blocco che compone il maxi pontile di collegamento, una struttura lunga in tutto 200 metri e larga sei. Solo al termine dell’operazione infatti potranno essere ormeggiate le due ammiraglie della rassegna alle quali è stato assegnato un vero e proprio palco d'onore» raccontano alla Fiera.
Il 47esimo Salone nautico internazionale ha esteso rispetto al passato sia la superficie calpestabile che quella in acqua. «Le banchine e i pontili sono arrivati a quota 27 con le tre nuove banchine e il maxi pontile che collegherà la nuova Marina da nord a sud, per uno sviluppo lineare di 3,1 chilometri di accosti». Non basta. «Si sta lavorando anche alla costruzione del tendone da 11mila metri quadri che ospiterà le imbarcazioni pneumatiche nelle nuove superfici a terra del padiglione B. Sono state completate poi le nuove rampe di accesso che partono da un’altezza di cinque metri e mezzo e scendono a livello della banchina».
Dentro al salone ci si potrà muovere con mezzi ecologici (come scooter elettrici). Per le persone in sedia a rotelle o con difficoltà motorie sarà predisposto un servizio di aiuto. Aumenteranno, infine, i varchi di ingresso con il controllo elettronico dei biglietti.