Il Salone Nautico moltiplica gli yacht e si tuffa in mare

Realizzata a tempo di record una nuova marina che ospiterà 80 imbarcazioni di lusso Cancelli aperti dal 7 al 15 ottobre

Francesco Gambaro

Abbracciati al mare, ancora di più. Con 400 imbarcazioni esposte in acqua e una marina nuova di zecca, realizzata a tempo di record, in grado di accogliere 80 super yacht di oltre trenta metri. Forse non sarà il più grande del mondo, ma potrebbe diventare presto uno dei floating show più importanti, il Salone Nautico internazionale di Genova. Cioè quello con più barche che si affacciano direttamente in mare. È questa la «novità delle novità» (per dirla con le parole del neo presidente della Fiera di Genova Paolo Lombardi) dell'edizione numero 46 del Salone, in programma dal 7 al 15 ottobre prossimi (dalle 10 alle 18.30, biglietto a 13 euro) nel quartiere fieristico della città. Nove giorni di affari, incontri e sport su cui ieri si sono accesi i riflettori durante la conferenza stampa di presentazione, a Milano. Nella quale sono a vario titolo intervenuti, il presidente di Ucina (Unione nazionale cantieri e industrie nautiche ed affini) Anton Francesco Albertoni, l'amministratore delegato della Fiera di Genova Roberto Urbani, il segretario generale di Ucina Lorenzo Pollicardo e il segretario generale dell'Autorità portuale Erido Moscatelli. 7 Oltre, al presidente dell'ente fieristico, al suo primo salone nautico.
«Da quest'anno - ha confermato Lombardi - potremo contare su una nuova marina, completata in solo 15 mesi dall'autorità portuale di Genova grazie al cospicuo finanziamento del Ministrero delle infrastrutture e dei trasporti». Quasi 40 milioni di euro per aggiungere altri 60 mila metri quadrati di specchio acqueo ai 40 mila preesistenti. E la possibilità di incrementare notevolemente il numero di imbarcazioni esposte in mare. Per dire: l'anno scorso i super yacht erano 19. Questa volta saranno 80. «E abbiamo realizzato ulteriori interventi sulle infrastrutture per un importo di 5,6 milioni di euro», puntualizza l'amministratore delegato della Fiera Roberto Urbani. Numeri da record sui quali ha insistito anche il presidente dell'associazione di settore, Anton Albertoni. «Prevediamo per ottobre quasi 1650 espositori con una crescita del 7 per cento e una presenza internazionale del 36 per cento. In totale oltre 2.330 imbarcazioni esposte, di cui oltre 400 in acqua».
Nel dettaglio: il 67 per cento delle barche che vedremo al salone saranno natanti inferiori ai 10 metri di lunghezza, il 29,5 tra i 10 e i 24 metri di lunghezza, mentre il 3,5 per cento saranno navi da diporto lunghe oltre 24 metri. Un discorso a parte meritano proprio i 34 super yacht di oltre 30 metri, che verranno ospitati nelle nuova banchine G e H. Perché se è vero che la nautica è uno dei settori che godono di maggiore salute in Italia (con una crescita di produzione del 9 per cento), a fare la differenza sono soprattutto le grandi barche da decine di milioni di euro. «Gli ordini di super yacht italiani nel biennio 2005/2006 sono cresciuti dalle 651 commesse dell'anno scorso alle 688 di quest'anno», rivela Albertoni . Che aggiunge: «Il contributo dell'industria nautica al Pil nazionale sarà di 2,9 miliardi di euro, mentre il numero complessivo degli occupati diretti nel 2005 è salito a 12.000».
L'altra grande novità del Salone numero 46 è il nuovo utlizzo del padiglione C, che diventerà il cuore di Tech Trade, «una manifestazione nella manifestazione» dedicata all'accessoriato e alla pesca sportiva, sul modello del Metz di Amstedam con quasi 500 espositori del settore. Infine, una curiosità regalata dall'assessore ai trasporti Arcangelo Merella: oltre al servizio navette e ai 7 mila posteggi riservati agli oltre 300.000 visitatori (con 1.200 posti auto ricavati a San Benigno), il Comune ha deciso di sperimentare il car pooling. Vale a dire: chi viene da fuori Genova potrà organizzare, via internet, la formazione di equipaggi in macchina. Le vetture che viaggeranno al completo, con questo sistema, avranno il posteggio gratis in aree dedicate. Peccato che i parcheggi siano solo 30.