Il Salone numero QUARANTASETTE

Oltre 1500 espositori con 2300 imbarcazioni animeranno dal 6 al 14 ottobre il quartiere fieristico Nove giorni di affari, incontri e sport nel segno del mare

«È come la settimana enigmistica, tutti tentano di imitarla, ma nessuno ci riesce». Così il governatore della Liguria, Claudio Burlando presenta il 47º Salone Nautico internazionale di Genova, in programma dal 6 al 14 ottobre. Torna così l'appuntamento con la nautica mondiale con 1500 espositori, di cui il 37 per cento stranieri; 2300 barche dichiarate, il 60 per cento delle quali natanti e 90 navi da diporto. Sono cento in più le barche visitabili lungo le 27 banchine e pontili delle Marine.
Le novità di quest'anno sono state illustrate ieri durante la presentazione a Milano dove sono intervenuti il presidente di Ucina (Unione nazionale cantieri e industrie nautiche ed affini) Anton Francesco Albertoni; Roberto Urbani e Paolo Lombardi, rispettivamente amministratore delegato e presidente della Fiera di Genova e Lorenzo Pollicardo, segretario generale Ucina. C'erano anche Marta Vincenzi, sindaco di Genova e il presidente della Regione, Claudio Burlando. È emerso che grazie ad un investimento complessivo di 1,5 milione di euro sono state realizzate tre nuove banchine nel canale d'ingresso di Marina Uno, tutte destinate alle imbarcazioni a vela; ma anche un nuovo pontile lungo duecento metri che chiuderà il percorso dei visitatori attraverso le darsene, favorendone il flusso. A terra per all'abbattimento di una parte dell'ex muro paraonde, le due aree si susseguiranno senza soluzione di continuità, garantendo una panoramica delle due marina. La corsa contro il tempo consentirà inoltre di utilizzare la futura superficie espositiva della banchina del nuovo padiglione B firmato dall'Atelier Jean Nouvel; padiglione che sarà completato per il 2008. Oltre 600 i marchi che parteciperanno a Tech Trade - il grande settore dedicato agli accessori e alla componentistica - che si concentrerà nei 28mila metri quadrati del padiglione "C". Riflettori puntati anche sul settore vela, al quale è dedicata interamente la parte a ponente del quartiere fieristico, a terra e in mare. L'area espositiva coperta, allestita nelle aree del futuro padiglione "B", ospiterà le imbarcazioni pneumatiche, di cui l'Italia è leader nella produzione. Mentre nel padiglione "D" il visitatore potrà trovare l'offerta di motori fuoribordo abbinati anche alle imbarcazioni «package».
Le strumentazioni elettroniche per la navigazione, le attrezzature per la pesca e i servizi per la nautica, le presenze istituzionali e l'area shopping saranno presenti nelle due gallerie del padiglione "S", che al piano terreno ospiterà le imbarcazioni a motore della tradizione nautica italiana. «Quest'anno il nostro obiettivo è stato garantire le stesse superfici espositive del 2006 - l'anno del grande ampliamento delle Marine - ha dichiarato Paolo Lombardi -. Obiettivo raggiunto. Il consolidamento della leadership internazionale del Salone e le caratteristiche del quartiere di Genova, l'unico al mondo interamente affacciato sul mare, senza soluzione di continuità tra i padiglioni, spazi a terra e in acqua, meritano un impegno e un miglioramento continuo per valorizzare tutte le potenzialità della struttura espositiva». Una nove giorni di affari, incontri e sport su cui si sono già accesi i riflettori. Arte, cultura, tradizioni locali da esportare e spettacoli faranno parte del grande cartellone di iniziative offerto da Genova per il 47º appuntamento con la nautica mondiale. Conservando il biglietto i visitatori, potranno usufruire in molti casi di sconti e agevolazioni per l'ingresso a mostre e spettacoli. Il Salone sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.30. Il biglietto d'ingresso costerà 13 euro. È possibile acquistarlo anche on-line sul sito www.salonenautico-online.it.
Tre saranno gli ingressi al Salone: da piazzale Kennedy, dalle Riparazioni Navali e dalla banchina riservata ai battelli provenienti dal Porto Antico, dal porto e dal Molo Archetti di Pegli. Anche se il consiglio resta quello di servirsi dei trasporti pubblici - treni, bus, taxi e battelli -, nelle aree limitrofe al quartiere fieristico saranno disponibili 5mila posti auto.