Salone o Fiera Milano è sempre la festa della bici

Leonardo Boriani

Si può chiamare Fiera, in modo popolare e sanguigno, oppure Salone, in modo più raffinato, ma per gli appassionati è sempre la grande festa della bicicletta. E Milano, che apre stamattina la 64^ edizione della rassegna dedicata alle 2 ruote a pedali, è semplicemente la festa della bici.
I perchè sono molteplici e si può svariare dal tecnico al sentimentale, ma uno è quello dominante: Milano rappresenta un momento di enorme complicità tra il ciclista e la sua vera compagna di vita, la bicicletta. Da coccolare e amare quanto moglie e figli. Basta osservare il vero appassionato quando gira tra i padiglioni del Salone/Fiera: si gode quegli attimi irripetibili, si gusta quei gioielli quasi sempre inarrivabili e vive autentiche ore di gioia da far esplodere successivamente quando darà sfogo alla sua passione, tra asfalto e sterrati.
Eicma da amare, dunque. Soprattutto per quella passione che lo staff dirigenziale pone nel suo lavoro durante un anno intero per far sì che i quattro giorni del Salone siano evento da segnare sul calendario, per il settore ciclistico e per gli sportivi.
Lo scorso anno, all’esordio nei padiglioni del nuovo polo fieristico a Rho, fu un successo: 115mila gli spettatori su una superficie di oltre 21mila metri quadrati. Quest’anno, andrà meglio nei 19mila metri interni e oltre 2mila esterni perché da Milano ci si attende una risposta forte alla sfida che i grandi mercati asiatici (Cina, Taiwan, India...) hanno lanciato al nostro Paese. Un braccio di ferro tra l’ Estremo Oriente che ha monopolizzato il mercato medio-basso e l’ Italia, da sempre patria della più alta qualità ciclistica. Per questo il movimento schiera il meglio del proprio mercato, unendo tecnologia e innovazione, genialità e creatività, fantasia e classe. Insomma i nostri «artigiani-gioiellieri», secondo una felice intuizione della “rosea“.
ALCUNI NUMERI Il prezzo del biglietto è di 12 euro. Le donne entrano gratis mentre per militari e ragazzi il prezzo è ridotto, 7 euro. Orari di ingresso ai padiglioni - il 22 e il 24, i più vicini ai parcheggi -,: oggi, domani e domenica, dalle 10 alle 18.30; lunedì, dalle 10 alle 17.30.
EVENTI COLLATERALI Stasera, in corso Buenos Aires, la festa della bici: dalle 8 a mezzanotte la quarta strada commerciale al mondo vivrà una notte dedicata alla bici. Stamattina, al Lem 4, un interessante convegno sulla salute, e domani la classica PedalatAzzurra, campioni e tifosi uniti dalla medesima maglia.