SaloneSatellite, design creativo e saper fare artigiano

Progetti e prototipi di 650 designer under 35 e botteghe artigiane con i maestri di tessuto, ceramica, pelle e stampa 3D

Innovazione nel design con i giovani creativi e le loro idee in primo piano, ma anche saper fare artigianale, è questo il filo conduttore del SaloneSatellite al Salone del Mobile che si tiene dall'8 al 13 aprile nei padiglioni di Fiera Milano Rho.

E' la grande vetrina dei designer under 35, la fucina da cui usciranno del star di domani che a Milano trovano una grande opportunità di valorizzazione entrando in contatto diretto con l'industria del mobile arredo e con il pubblico perché, ricordiamo, il Satellite è aperto gratuitamente per tutta la durata della manifestazione.

Sono in 650 a essere presenti con i loro prototipi, i giovani designer, più della metà di loro si presenta a Milano per la prima volta, circa il 45% è invece alla seconda o alla terza partecipazione, sono stati selezionati da un comitato di esperti e tutti si battono per sfondare. Il SaloneSatellite è la grande occasione per farsi conoscere e in tanti arrivano dall'estero.

Tra l'altro quest'anno il SaloneSatellite ha una nuova collocazione nei padiglioni 13 e 15 (ingresso libero da Cargo 4 - ingresso per chi è all'interno del Salone attraverso EuroCucina). Collocazione strategica, che valorizza meglio la presenza in fiera, in sinergia anche con Ftk (Technology for the kitchen, area dedicata agli elettorodomestici da incasso e alle cappe d'arredo nei padiglioni 9 e 11.

Creatività del design e innovazione tecnologica vanno così di pari passo per progettare e realizzare l'arredamento della casa del futuro. Che passa anche dall'artigianato. Anche le botteghe artigiane sono presenti e fanno del connubio fra innovazione e tradizione il loro punto di forza: maestri del tessuto, della ceramica, della pelle e della stampa 3D (la nuova frontiera dell'artigianato digitale), mostreranno sul campo come nasce un oggetto d'arredo - dalla progettazione alla realizzazione, la sua qualità intrinseca, la cura del saper fare bene. Trait d'union fra il mondo dei giovani designer che hanno sempre più l'esigenza di integrare la tradizione dell'artigianato con la progettazione e la produzione industriale che passa dai prototipi.

Momento clou del SaloneSatellite è il SaloneSatellite Award al quale i giovani designer partecipano con progetti specifici legati a EuroCucina e Salone Internazionale del Bagno. Il concorso ha lo scopo di agevolare i contatti fra under 35 e aziende che espongono al Salone del Mobile e sono alla ricerca di nuove idee vincenti, di "pezzi" da mettere in produzione. Una giuria di personalità di rilievo internazionale nel mondo del design, della progettazione e della produzione sceglierà i tre progetti migliori che saranno premiati con un gettone di presenza, servizio di consulenza e ufficio stampa per valorizzare il prodotto.

Il SaloneSatellite ha rinnovato la collaborazione con la Rinascente di Milano che selezionerà i prodotti disegnati dai giovani designer per poi metterli in mostra e in vendita al Design Supermarket in Piazza Duomo, da settembre a dicembre 2014.

Il comitato che ha selezionato i 650 designer under 35 che partecipano al SaloneSatellite era composto da: Giovanni Anzani, Varenna (EuroCucina); Arturo Dell’Acqua Bellavitis, presidente Museo del Design, Triennale di Milano; Ana Dominguez, giornalista Abc–Diseño Interior (Spagna); Francesco Faccin, designer (SaloneSatellite 2007 e 2010); Daniela Fantini, Fratelli Fantini (Salone Internazionale del Bagno); Lia Ferrari, giornalista Io Donna (Italia); Beppe Finessi, critico di Design; Gilles Massè, responsabile Divisione Casa e Design, La Rinascente; Roberto Palomba, architetto; Marcello Pepori, Lema (Salone Internazionale del Mobile); Valentina Raggi, giornalista Grazia Casa (Italia); Marva Griffin, curator SaloneSatellite.