SaloneSatellite, assegnati gli Award ai giovani designer

Gli autori dei tre migliori progetti hanno l’opportunità di promuovere il loro lavoro presso le aziende che espongono al Salone del Mobile. Al belga Laurent Verly l'Award di Intesa SanPaolo

Il Salone Satellite Award da otto anni è il concorso che promuove i contatti tra designer under 35 e aziende che espongono al Salone del Mobile. Momento importante perché rappresenta un trampolino di lancio per questi creativi che hanno un’opportunità importante per promuovere il loro lavoro. Ecco i tre migliori progetti scelti dalla giuria composta da personalità di spicco nel mondo del progetto, presieduta da Paola Antonelli, senior curator, architecture & design-director, research & development del MoMA di New York. In questa occasione è stato assegnato anche il primo Intesa Sanpaolo Award.

Primo premio - Comma Stool/Chair di Pistacchi Design, Taiwan con la motivazione:
“La seduta è risolta dal punto di vista funzionale e formale e mostra un uso interessante dei materiali. Suggerisce un nuovo oggetto d’arredo urbano, con un aspetto accattivante e intuitivo”.
L’autore ha modellato la seduta come una scultura moderna con materiali a contrasto, la seduta pubblica diventa seduttiva. L’altezza e il segno confortevole della curva invitano naturalmente ad appoggiarsi.
Secondo premio - X Bench di Edmond Wong Studio, Cina
Motivazione: “La panca presenta una felice intuizione per un utile doppio uso, che offre la possibilità di disporre di una palestra, anche nelle case e negli ambienti più piccoli”.
La panca proposta, a due posti per uso domestico, si trasforma in panca da allenamento. Una parte della seduta, infatti, si solleva come chienale, con la possibilità di inclinazione in quattro posizioni.
Terzo premio - Ëo di Tanya Repina, Russia
Motivazione: “Più che alla forma del paravento, il premio è assegnato al materiale per la sua sostenibilità e il suo grado di innovazione”.
L’innovativo materiale fonoassorbente impiegato è fatto con aghi d’abete e un legante biodegradabile. Ha colore naturale e la struttura crea un'atmosfera da foresta per interni. Inoltre, allontana insetti e germi nocivi.
Menzione Speciale - Priz di Erdem Selek, Usa
Motivazione: “Aggiunge un innovativo pensiero estetico a un comune oggetto di uso quotidiano”.
Può una prolunga essere bella come un gioiello, oltre che funzionale? Sì. Anche perché progettare prodotti che siano tanto piacevoli da essere preservati, è il primo passo verso la sostenibilità.
Menzione Speciale - Tom di Kasper Nyman, Finlandia
Motivazione: “La sedia si distingue per lo studio della sua costruzione formale, che riesce a unire comfort ed estetica”.
Tom è il risultato di uno studio sulla creazione di una sedia con macchine basilari della lavorazione del legno e rispettando i caratteri del materiale.
Menzione Speciale - Table Lamp di Fan Weiyan (Studio Ke)
Motivazione: “Si segnala il materiale innovativo che combina la prestazione tecnica di due materiali diversi, come la seta e il rame, per realizzare un tessuto personalizzabile e che potrebbe trovare diverse applicazioni”.
L’innovativo materiale del paralume è composto da seta e rame, ed è filato con l’antica tecnica cinese Kesi, dichiarata patrimonio Unesco. È plasmabile in qualunque forma, per personalizzare la lampada.

Intesa Sanpaolo Award: O-Line di Laurent Verly, Belgio
Motivazione: “Il premio va all’applicazione innovativa di un materiale esistente, che rende la lampada flessibile e interattiva con chi la usa”.
La lampada, ispirata al mondo che cambia, si adatta alle proprie esigenze, desideri e ambiente. Può trasformarsi da piccola lampada a una soluzione di illuminazione monumentale.
Verly è stato premiato con un assegno di 5mila euro consegnato da Antonio Gerardelli di Intesa Sanpaolo Innovation Center. La banca è partner istituzionale del Salone Mobile.Milano.