Salso e Calderara di Reno, chiudere l’anno correndo

Maurizio Acerbi

da Milano

Basta la voglia di gareggiare anche in situazioni climatiche non eccellenti e il calendario, fino a Capodanno, è lì per soddisfare il vostro desiderio di competizione. Gli ultimi quindici giorni di dicembre, infatti, offrono, ai maratoneti, la bellezza di tre proposte, due delle quali concentrate nella domenica 18 e una, come tradizione, da disputarsi nel giorno di San Silvestro. Tra sette giorni, gli amanti della lunga avranno veramente l’imbarazzo della scelta tra una bella corsa nella Valle dei Templi o una sul lungomare di Ostia; è invece purtroppo saltata la Maratona della Pace che doveva tenersi ad Assisi. Andiamo con ordine. La prima si disputa ad Agrigento per merito dell’A.S. Acropolis che organizza la Maratona della Valle dei Templi, un’occasione quasi unica per godersi, pur su un tracciato non certo facile, un viaggio attraverso i fasti della Magna Grecia; si parte alle 9.15 dal Tempio di Giove con iscrizione gratuita per atleti provenienti da fuori Sicilia. Ad Ostia, invece, ci si potrà cimentare nella 3ª edizione di una maratona che si sta ritagliando un posto significativo nelle abitudini dei podisti laziali. Premi agli uomini che scenderanno sotto le 2h20’ e alle donne che taglieranno il traguardo sotto le 2h40’; maggiori informazioni sul sito www.maratonadiostia.it. E veniamo a Capodanno. Tradizione vuole che l’ultima maratona dell’anno sia quella di San Silvestro, gara che dopo essere stata un appuntamento fisso a Roma si è «trasferita» a Calderara di Reno, il piccolo centro emiliano che ospita la lunga abbinandola a quel clima di festa che tradizionalmente accompagna le ultime ore di ogni anno. La prova si disputa su un circuito di poco più di quattro chilometri da ripetersi una decina di volte, con partenza ed arrivo al Centro Sportivo Pederzini. Gli organizzatori della Podistica Lippo-Calderara hanno pensato di «allettare» gli atleti con una prova di retrorunning e con una staffetta per quattro atleti che dovranno coprire la canonica distanza dei 42,195 km. La quota di iscrizione è di 30 euro, 5 dei quali vanno in beneficenza (informazioni sul sito www.lippomaratona.net). E se, invece, preferite distanze meno impegnative, sappiate che, il 31, a Salsomaggiore, si correrà la CorriaSalso, prova di km 7,3 con partenza, alle 16, da Piazzale Berzieri.