Salute, pane con meno sale in 200 negozi

La Regione lancia una capagna per la corretta alimentazione che combatte ictus e infarti. L'assessore Bresciani: «Anche così si riduce il rischio cardiovascolare»

Meno sale nel pane per aiutare a combattere le malattie cardiovascolari e dare un contributo all'adozione di comportamenti più consapevoli per la salute che cominciano con l'alimentazione. Dopo il successo della sperimentazione realizzata lo scorso anno, torna l'iniziativa "Con meno sale nel pane c'è più gusto e guadagni in salute".
A partire da domani oltre duecento panificatori lombardi si impegneranno, su base volontaria, a produrre e vendere pane con ridotto contenuto di sale rispettando gusto, fragranza e qualità e senza differenza di prezzo. La quantità di sale passerà dal 2 per cento sul totale della farina all'1,8 per cento fino al 31 dicembre 2011 e all'1,7 per cento entro il 30 giugno 2012.
"La riduzione dell'assunzione di sale con la dieta - spiega l'assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani - è un obiettivo di salute di estrema importanza: un consumo eccessivo determina infatti un aumento della pressione che a sua volta aumenta il rischio di insorgenza di gravi malattie, come l'infarto e l'ictus. Si tratta di un progetto che punta dunque a dare il buon esempio per una migliore qualità della vita, anche con il coinvolgimento dei settori produttivi in un'ottica di sussidiarietà".
L'iniziativa viene realizzata grazie a un protocollo d'intesa firmato il 31 dicembre 2010 dalla Direzione generale Sanità della Regione Lombardia con l'Unione Regionale Panificatori Lombardia, la Confcommercio Lombardia Imprese per l'Italia, la Fiesa Confesercenti regionale Lombardia e Aibi/Assitol. Sono coinvolte anche le Direzioni generali Commercio, Turismo e Servizi; Istruzione, Formazione e Lavoro; Semplificazione e Digitalizzazione di Regione Lombardia.
L'elenco dei panifici che aderiranno all'iniziativa sarà disponibile sui siti www.panificatorilombardi.it, www.confcommerciolombardia.it, www.conflombardia.it.
I negozi aderenti all'iniziativa esporranno all'esterno del punto vendita la vetrofania e la locandina illustrativa del progetto per rendere riconoscibile al consumatore la disponibilità del pane a ridotto contenuto di sale.
L'iniziativa, promossa dal Ministero della Salute, è contrassegnata dal logo "Guadagnare salute". La Direzione generale Sanità effettuerà, insieme alle Associazioni firmatarie del protocollo, il monitoraggio dell'iniziativa, supporterà il progetto a livello locale, attivando la collaborazione delle Asl e informerà i soggetti deputati alla stesura dei capitolati d'acquisto di generi alimentari nell'ambito di ristorazioni collettive sanitarie, socio-sanitarie e scolastiche.
La Direzione generale Commercio, Turismo e Servizi affiancherà le Associazioni di categoria affinché l'iniziativa si inserisca all'interno di un percorso virtuoso di sostegno al commercio e di tutela dei consumatori. La Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro sensibilizzerà gli istituti scolastici e formativi di Istruzione e Formazione Professionale che prevedono corsi per "addetto alla panificazione e pasticceria" affinché i giovani panificatori acquisiscano specifiche competenze sulla panificazione con quantitativi di sale ridotti e, in generale, sugli stili alimentari corretti.
La Direzione generale Semplificazione e Digitalizzazione, attraverso il coinvolgimento attivo delle Associazioni dei Consumatori, diffonderà l'iniziativa tra i consumatori lombardi.