Salute

Rispetto allo scorso anno non variano le spese sanitarie ammesse alla detrazione dell’Irpef lorda nella quota del 19%, e non cambia la franchigia di 129,11 euro da sottrarre all’importo sul quale spetta lo sconto fiscale. Il conteggio comprende i farmaci, le cure mediche e l’assistenza sanitaria: dalle analisi alle visite specialistiche e agli interventi chirurgici, dalle indagini diagnostiche all’acquisto o affitto di protesi e attrezzature sanitarie (come aerosol e misuratori della pressione sanguigna), dai ricoveri agli importi dei ticket; un’uguale detrazione d’imposta spetta anche per le spese sostenute per l’assistenza infermieristica e riabilitativa.
Gli acquisti di medicinali vanno documentati con una fattura o uno scontrino «parlante» che indica natura, qualità e quantità dei prodotti nonché il codice fiscale dell’interessato. Nel caso dei disabili, la franchigia non si applica e la detrazione va calcolata sull’intero importo. Sono «scomputabili» al 19% pure i costi sostenuti per i mezzi usati per l’accompagnamento dei portatori di handicap, la deambulazione, il sollevamento e il trasporto, così come i sussidi tecnici e informatici per l’autosufficienza e l’integrazione, dagli arti artificiali ai computer. Vi si aggiungono poi le spese per l’acquisto e la riparazione di veicoli per disabili, nel limite di 18.075,99 euro per una sola auto o moto in quattro anni.
Detrazioni analoghe valgono anche per le spese relative agli addetti all’assistenza personale ai non autosufficienti (in questo caso con un limite di 2.100 euro), ai servizi d’interpretariato per i sordomuti e all’acquisto di cani guida per i non vedenti, che per il loro mantenimento hanno diritto a un abbuono a forfait di 516,46 euro.
È prevista anche la possibilità di detrarre al 19% le spese veterinarie degli animali da compagnia o impiegati nella pratica sportiva: lo sconto vale nel limite massimo di 387,35 euro, sulla parte eccedente la franchigia di 129,11 euro. A 1.294,14 euro è, invece, fissato il tetto di detraibilità complessivo per le polizze di assicurazione infortuni, vita, invalidità permanente e non autosufficienza.