Dalla banana al pedalò: tutto si assicura in estate

L'estate porta con sé non solo il caldo e il relax a mare ma anche polizze assicurative davvero strane: dalla banana gonfiabile al pedalo, ecco cosa assicurano gli italiani

Andare in vacanza in estate permette di rilassarsi dopo un lungo periodo di impegni, ma porta con sé anche una serie di rischi e danni a cui sempre più italiani stanno pensando come tutelarsi. Come evidenziato da un'analisi di Facile.it, tante compagnie assicurative stanno vendendo polizze contro infortuni provocati da oggetti tipicamente estivi: dalla banana gonfiabile al pedalò, oggi ci si assicura a tutto.

Tra i prodotti offerti dalle assicurazioni c'è la polizza che protegge dai danni procurati a se stessi o ad altri durante i giochi in spiaggia, come racchettoni e tamburelli ad esempio, o con mezzi di divertimento come la banana gonfiabile, la canoa e il pedalò.

Non mancano le tutele dagli sport acquatici: nuoto, vela, surf, kitesurf o sci nautico, ma anche attività come il flyboard, il waterball, la pesca subacquea non professionale, le immersioni e lo snorkeling. La polizza copre eventuali infortuni subiti e, in caso di rottura della propria attrezzatura, rimborsa i costi che l'assicurato deve sostenere per affittare una strumentazione sostitutiva. Se è la compagnia aerea con cui si viaggia a smarrire l'attrezzatura sportiva, la compagnia assicurativa si occuperà di rimborsare il valore degli oggetti persi e anche i costi per affittarne di nuovi.

Per proteggersi, in questi casi, esistono delle formule base giornaliere oppure annuali, come meglio esplicato da Lodovico Agnoli di Facile.it: "Le formule base giornaliere partono da cifre comprese fra poco meno di 15 o 30 euro al giorno a seconda che il viaggio sia in Italia o in altri Stati; le formule annuali hanno basi di partenza fra i 170 e i 280 euro, maggiore è il rischio, più alto è il premio".

Più costose le tutele pensate per le attività sportive su piste innevate come sci, sci di fondo, snowboard, slitta con cani, racchette da neve, arrampicata e pattinaggio su ghiaccio, e moto da neve, così come quelle dedicate agli amanti degli sport aerei, tra cui parapendio, skysurf, deltaplano, base jumping, wingsuit e volo a vela.

Infine, sempre più italiani interessati agli sport estremi stanno cercando di stipulare polizze assicurative per coprire infortuni, danni e incidenti. Anche in questo caso le discipline coperte sono molte: arrampicata, paracadutismo, bungee jumping, rafting, idrospeed, canyoning, sandboarding e snowkiting.