In calo i casi di tumore: nel 2019 registrate ​2mila diagnosi in meno

È la prima volta in Italia che si assiste a una simile diminuzione dei casi di tumore: nel 2019, 371mila diagnosi

Dal fronte della lotta ai tumori arriva una buona notizia: in Italia, i nuovo casi di cancro tendono a diminuire. Nel 2019, infatti, secondo quanto riferisce AdnKronos, sono stimate 371mila diagnosi, mentre nel 2018 erano 373mila. Un calo, quindi, di 2mila casi, nel giro di un anno.

Delle 371mila diagnosi di tumore, le più frequenti sono quelle alla mammella (53.500 casi nel 2019), al colon-retto (49mila), al polmone (42.500), alla prostata (37mila) e alla vescica (29.700). In particolare, sono calati i tumori al colon-retto, allo stomaco, al fegato e alla prostata. Il cancro al polmone, invece, sembra diminuire solo negli uomini, complice l'aumento delle italiane dedite al fumo. In generale, però, è la prima volta che si registra un calo del genere nei casi di tumore.

In aumento anche la sopravvivenza, col il 63% delle donne e il 54% degli uomini che sono vivi, a 5 anni dalla diagnosi. Inoltre, almeno un paziente su 4 (pari a circa un milione di persone), riesce a tornare ad avere abitudini di vita normali e può considerarsi guarito. Sono quasi 3milioni e mezzo gli italiani che vivono dopo la diagnosi di cancro, una cifra che è in crescita.

I dati, forniti da Aiom (Associazione italiana oncologia medica), "indicano che l'incidenza delle neoplasie è in riduzione in entrambi i generi" e grazie ai programmi di screening venegono individuate in fase iniziale, consentendo alte probabilità di guarigione.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 24/09/2019 - 15:18

... non può essere, secondo me state cercando di denigrare la "sceneggiata"di greta!

rokko

Mar, 24/09/2019 - 15:53

Merito del nuovo governo ! O merito di Salvini ! Vedrete che in mezzo a tanti cerebrolesi, qualcuno scriverà una delle due cose.