Endometriosi e stanchezza cronica: i sintomi di non sottovalutare

L'endometriosi si manifesta con diversi sintomi, ma fra questi la stanchezza cronica non è sempre menzionata

Colpisce prevalentemente tra i 25 e i 35 anni - è assente nell'età pre-puberale e post-menopausale - e si stima che possa interessare il 10-20% delle donne in età fertile. Con il termine endometriosi si intende la presenza di tessuto endometriale, che normalmente si trova solo all'interno della cavità uterina, in sedi anomale. Tra tutte la più frequente è quella ovarica caratterizzata dalla formazione di cisti monolaterali o bilaterali che possono avere dimensioni di pochi millimetri fino a raggiungere i 10 centimetri. Queste cisti, definite anche 'cioccolato', contengono sangue mestruale prodotto dalle cellule endometriali. Altre localizzazioni tipiche sono:

1) Peritoneo pelvico;

2) Vescica, uretere e intestino;

3) Pleura: in questo caso si parla di endometriosi extra-pelvica, una manifestazione rara della patologia.

Nonostante i numerosi studi degli ultimi decenni, le cause della malattia rimangono ancora oscure. Una delle teorie più accreditate è la cosiddetta 'mestruazione retrograda', secondo cui durante il ciclo il sangue - attraverso le tube - refluisce dall'utero nelle pelvi, portando all'impianto di cellule endometriali sul peritoneo e sugli organi pelvici. I sintomi dell'endometriosi sono vari:

- Dolore pelvico, soprattutto in fase pre-mestruale;

-Dismenorrea, ovvero mestruazioni dolorose;

- Dispareunia, fastidio durante i rapporti sessuali;

- Irregolarità del ciclo;

- Dolore alla defecazione;

- Sterilità.

Tuttavia la stanchezza cronica è una manifestazione assai frequente, ma spesso sottovalutata. Per comprendere meglio la relazione tra quest'ultima e la patologia, i ricercatori dello University Hospital di Zurigo hanno reclutato 1120 donne - 560 delle quali soffrivano di endometriosi - per sottoporle ad un questionario. Le domande si concentravano sulla storia medica, sugli stili di vita e sui disturbi alimentari, ma alle partecipanti veniva chiesto anche di valutare l'entità della stanchezza e dell'insonnia, indicando un valore compreso tra uno e cinque. Dalle analisi statistiche è emerso che più del 50% delle interessate soffriva di stanchezza cronica, la quale era altresì associata ad altri disturbi come dolore, depressione e stress occupazionale. Una delle spiegazioni possibili secondo gli studiosi riguarderebbe l'attivazione del sistema immunitario. Le lesioni endometriose infatti causano infiammazione, condizione questa spesso associata a stanchezza in malattie croniche.