Farmaco provoca anoressia e morte Inchiesta su 7 funzionari ministero

Le Fiamme Gialle indagano sul ministero della Salute. Gli indagati non avrebbero vigilato sulla vendita nelle farmacie di fenilpropanolamina sotto forma di galenici

Disastro colposo. È questa l'accusa che pende sulla testa di sette alti dirigenti del ministero della Salute. Il motivo? Il nucleo Tutela spesa pubblica della Guardia di Finanza ha messo sotto inchiesta gli indagati per aver "omesso di vigilare sul regime delle sostanze anoressizzani", cioè un farmaco per la dieta che - seppur formalmente vietato - viene comunque venduto in farmacia come galenico.

A finire nel mirino dei finanzieri è la fenilpropanolamina/ norefedrina, un composto simile (e in sostituzione) della fendimetrazina. Questa nel 2013 ha ucciso Luigi Marzulli nonostante la sostanza fosse vietata al commercio. Tuttavia il suo nome non appariva nelle tabelle ministeriali tra le sostanze da vietare nella produzione, appunto, di galenici. Così, come scrive il Corriere, "Marcella Marletta, direttore generale del settore dei dispositivi medici e servizio farmaceutico del ministero, Gianpiero Camera direttore dell’ufficio attività farmaceutica e Germana Apuzzo direttore dell’ufficio centrale stupefacenti" sono accusati di aver "omesso di espletare qualsiasi attività di vigilanza o comunque attivare i dovuti controlli affinché non fossero prescritte e somministrate da parte di medici e farmacisti preparazioni galeniche anoressizzanti". Mancanza da cui sono scaturite la morte, oltre che di Marzulli, anche di Karageorgiou Fotini (giugno 2016) e l'ictus riportato da Catia Parenza (settembre 2014).

Commenti
Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Gio, 15/12/2016 - 14:53

Facile imputare i dirigenti, mentre quella ministra incompetente de certo la passerà liscia .

jeanlage

Gio, 15/12/2016 - 17:37

vkt.svetlansky, secondo lei la ministra Lorenzini sa che cosa sia una preparazione galenica? Io ne dubito.

Duka

Ven, 16/12/2016 - 09:55

E la sig.a LORENZIN che fa? DORME, si sveglia solo per la busta paga.

Holmert

Ven, 16/12/2016 - 16:36

Con le preparazioni galeniche, hanno fatto fortuna molti così detti dietologi compresi i para-medici, come biologi, farmacisti etc. Rimpinzavano i clienti di anoressizzanti che agivano sia sul centro cerebrale della fame che della sazietà,da una parte inibendo dall'altra stimolando ed il gioco era fatto. Nella preparazione che poi il farmacista metteva in una capiente capsula, vi infilava una serie di 4-5 erbe. Facile poi dire che prendevano capsule a base di erbe. Senza "il bugiardino". Ed è questo ultimo aspetto quello più "furbescamente" evidente.Che ne sapevano i pz se nella lista galenica leggevano "fendimetrazina" o altri derivati amfetaminici? Qualcuno ci marcia ancora. Ci vogliono leggi e punizioni per piegare i cialtroni.