Incredibile intervento chirurgico di ricostruzione intestinale

Al Meyer di Firenze si è svolto il complesso intervento di ricostruzione intestinale guidato da Antonino Morabito, massimo esperto europeo di chirurgia intestinale. Destinataria delle cure una bambina 13enne proveniente dal Brasile

Dopo ben sei ore di intervento chirurgico e oltre tremila punti di sutura la 13enne, originaria del brasile operata dall'equipe del dottor Morabito all'ospedale pediatrico fiorentino, si è risvegliata con due dita alzate in segno di vittoria.

Meyer eccellenza europea

Il dottor Morabito, entrato in servizio all'ospedale Meyer a maggio di quest'anno, è il massimo esperto in chirurgia addominale. Dopo una lunga esperienza maturata come direttore del dipartimento di chirurgia rigenerativa intestinale all'ospedale britannico Royal Manchester Children’s Hospital, il luminare è tornato in Italia e dirige la struttura complessa di chirurgia pediatrica del Meyer, con una cattedra come ordinario di chirurgia pediatrica e infantile all'università degli studi di Firenze.

Il quadro clinico piccola paziente brasiliana

La bambina, alla quale non erano state date speranze di sopravvivenza dopo i due interventi chirurgici sostenuti in Brasile, è giunta a Firenze in condizioni critiche. Il suo intestino, affetto dalla sindrome dell'intestino corto, aveva completamente perso la capacità di peristalsi (cioè la possibilità, tramite movimenti coordinati dalla muscolatura, di muovere le sostanze contenute nell'organo, in una determinata direzione), dilatandosi moltissimo e impedendo al cibo ingerito di proseguire la sua corsa, finendo per stagnare nell'intestino.

L'intervento chirurgico

L'equipe del dottor Morabito si è occupata, durante le sei ore di intervento, di ricostruire completamente l'organo, restituendogli motilità ed un adeguato diametro. Durante l'operazione sono state rimosse le grappette metalliche dei precedenti interventi ed il tratto di intestino precedentemente trattato, dopodiché hanno "disteso" l'intestino riportandone il diametro, dagli 8 cm iniziali, ad una dimensione corretta fra i 2 e i 3,5 centimetri. Tale procedimento è stato possibile ricorrendo ad una tecnica ad altra specializzazione in ambito ricostruttivo intestinale, la “Spiral Intestinal Lengthening and Tailoring” (Silt).

Per noi è un onore aver portato questa specialità al Meyer, che adesso è l’unico centro europeo per la cura di questa patologia e che colloca il nostro ospedale al livello dei più importanti centri mondiali" – dichiara il professor Morabito nel comunicato stampa diramato dall'ospedale – "Abbiamo avviato un percorso che apre interessanti prospettive terapeutiche e di ricerca, in direzione di una medicina sempre più personalizzata” .