India, rimosso il tumore al cervello più grande del mondo

"Il paziente appariva come se avesse due teste, una sovrapposta all'altra. Aveva continui mal di testa ed era completamente cieco", hanno spiegato i medici

Un intervento di oltre sette ore per rimuovere un tumore di 1,87 chilogrammi. I medici di un ospedale di Mumbai, in India, hanno rimosso dalla testa di un uomo di 31 anni il tumore attaccato al cervello più grande al mondo.

Lo ha riferito l'agenzia di stampa Ians. L'intervento, su Santlal Pal, paziente dello Stato di Uttar Pradesh, è stato eseguito dai chirurghi dell'ospedale BYL Nair della capitale industriale indiana, dopo che i medici di altre due città si erano rifiutati di operare l'uomo in quanto l'intervento era considerato troppo rischioso.

Il professor Trimurti Nadkarni, capo del Dipartimento di Neurochirurgia dell'ospedale indiano, ha dichiarato che "il paziente appariva come se avesse due teste, una sovrapposta all'altra. Anche i vasi sanguigni del cuoio capelluto erano diventati intricati e dilatati. Aveva continui mal di testa ed era completamente cieco". Gli esami avevano infatti mostrato come il tumore si era sviluppato su entrambi i lati del cervello attraverso le ossa del cranio.

I responsabili dell'ospedale indiano hanno assicurato che, dopo aver verificato negli archivi medici, il tumore asportato dal cervello di Pal era il più grande al mondo.

Commenti
Ritratto di Risorgere

Risorgere

Lun, 26/02/2018 - 16:41

Che avesse continui mal di testa non si stenta a crederlo. Speriamo che l'operazione sia stata risolutiva.