Ecco perché soffocare uno starnuto può essere pericoloso

Un 34enne ha subìto la rottura dei tessuti molli della gola. La causa? Uno starnuto soffocato

Soffocare uno starnuto stringendo il naso e chiudendo la bocca può causare danni molto gravi. Proprio come è successo a un 34enne che ha subìto la rottura dei tessuti molli della gola mentre cercava di fermare uno starnuto molto forte.

A documentare il caso è stato un gruppo di medici dello University Hospital of Leicester, nel Regno Unito, in uno studio pubblicato sulla rivista BMJ Case Reports. Sebbene si è trattato di un caso raro e inusuale, secondo i medici è importante che le persone siano consapevoli del pericolo.

Dopo aver soffocato lo starnuto, infatti, l'uomo ha sentito come "un'esplosione" nel collo e ha iniziato ad avere dolore nel deglutire e parlare. Quando i medici lo hanno visitato hanno osservato che le aree intorno alla gola e al collo erano gonfie e indolenzite. Una radiografia ha poi mostrato l’aria che fuoriusciva dalla trachea nel tessuto molle del collo attraverso un foro creato dalla pressione sfogata verso l'inerno. L’uomo è stato costretto a nutrirsi tramite un tubo per i successivi sette giorni, il tempo necessario per far guarire i tessuti.

"Fermare uno starnuto bloccando le narici e la bocca è una manovra pericolosa e dovrebbe essere evitata", hanno detto gli specialisti britannici. L'importante è assicurarsi di coprire il naso con un fazzoletto per evitare di diffondere malattie.