L'ultima moda per curare l'emicrania? Il piercing al trago

Ovviamente non c'è nessuna base scientifica sulla correlazione tra ma di testa e piercing, ma i medici si dicono possibilisti

Chi soffre di mal di testa sa bene che convivere con l'emicrania è un vero e proprio incubo.

Negli ultimi tempi su internet si è diffusa la convizione che ci potrebbe essere un'inaspettata cura per questa condizione, ed è una novità di cui gli amanti dei piercing saranno particolarmente entusiasti.

Un numero sempre maggiore di persone che soffrono di questo problema infatti, pare abbia trovato sollievo - in alcuni casi facendo sparire completamente il problema - con un piercing al trago.

Per chi non sapesse in quale zona del corpo si trova il trago, basta guardarsi l'orecchio. Si tratta di quella piccola sporgenza di cartilagine posizionata proprio davanti al canale uditivo.

Pare che proprio un piercing su questo preciso punto dell'orecchio funzioni allo stesso modo dell'agopuntura, una pratica che agisce su alcuni punti di pressione, stimolando i nervi sottocutanei e intramuscolari. Così si porta il corpo a produrre sostanze antidolorifiche, come l'endorfina, che ha dei benefici per alleviare la sensazione di dolore.

I dottori però non hanno confermato questa ipotesi, perché mancano degli studi a riguardo, ma non si sentono nemmeno di escluderla del tutto.

Thomas Cohn, dottore specializzato in dolore cronico, ha scritto sul suo sito un messaggio sulla correlazione tra il piercing al trago e il sollievo dall'emicrania: "Non è un fenomeno che hanno riscontrato tutti i malati di emicrania e non è ancora stato formalmente studiato. La cosa sembra troppo bella per essere vera, ma se un piercing costa 50 dollari tanto vale provare, soprattutto considerando quanti soldi spendiamo ogni anno in antidolorofici per l'emicrania".

Commenti

mfusari

Ven, 17/06/2016 - 21:37

Il piercing in questione non è il piercing al trago, ma il "daith piercing", così come si vede dall'immagine nella quale il trago, infatti, non è bucato.