Nasce il bebè, la coppia scoppia. Ecco i 5 motivi

Il pargolo attira verso di sé tutte le attenzioni, le notti si fanno sempre più in banco, il sesso cala. Se poi ci si mette pure la suocera...

Arriva la cicogna e la coppia scoppia. E' statisticamente provato che l'80% delle famiglie va in tilt quando si allarga: vi sveliamo i cinque motivi più ironici (e più plausibili).

1) Guai anche solo a sfiorare la donna durante i primi quaranta giorni post parto: gli ormoni la rendono facilmente infiammabile. E l'uomo deve stare attento a ogni cosa che dice, che riguardi o meno l'ultimo arrivato. Al quale, statene certi, sarà riservato un trattamento migliore.

2) Il sesso. Cari maschietti, scordatevelo per un po'. E' sull'eros che nascono incomprensioni e nervosismi primordiali nella coppia. E il terzo punto ne è la diretta conseguenza.

3) Il padre si sente trascurato dalla propria compagna che tende a spostare il baricentro delle attenzioni sul figlioletto. In pratica, mentre lui non si rende ancora conto del suo nuovo ruolo genitoriale, lei si è già calata perfettamente nella parte, smettendo i panni della moglie/fidanzata. Ma le donne non sono mica multitasking?

4) Se la stanchezza gioca brutti scherzi, le notti in bianco trascorse a cambiare pannolini fanno perdere la voglia di scherzare la mattina seguente, quando le occhiaie si palesano sul volto di mamma e papà. Che spesso non hanno più nemmeno la forza di litigare.

5) Occhio ai parenti, che alla nascita del bimbo spuntano come funghi. In primis alla suocera, vero e proprio spauracchio dei mariti. Per il suo nipotino una nonna farebbe di tutto. Tranne dare ragione al genero.