La natura come amica

Le proprietà della malva sono concentrate nella foglia, nel fiore e nel fusto che contengono mucillagini e tannini. Sarebbe meglio usare le foglie e i fiori freschi, ma anche quelli essiccati mantengono le stesse proprietà emollienti e rinfrescanti. Gli usi sono molteplici: se l'intestino è infiammato e se si sentono bruciori nelle vie urinarie, oppure se la tosse è talmente forte che scuote il petto, si prepara un infuso di 10-15 grammi di foglie in una tazza di acqua bollente e si somministra in ragione di due o tre tazze al giorno. Se l'intestino è pigro, la malva agisce come blando lassativo; infatti, non dimentichiamo che l'etimologia della parola malva deriva dal greco malake che significa «rilascio». Per preparare una tisana ad azione antinfiammatoria e disinfettante per le vie urinarie, che permette di rimuovere definitivamente quei noiosi disturbi delle cistiti recidivanti e ricorrenti si deve mescolare 20 grammi di foglie di malva, 20 grammi di uva ursina, 10 grammi di verbena, 20 grammi di ribes nero, 30 grammi di echinacea. Mettere un cucchiaio di questa miscela in una tazza di acqua bollente, lasciare in infusione 10 minuti, indi colare e bere. Questa tisana può essere assunta come coadiuvante di cure farmacologiche eventualmente prescritte dal medico curante per la fastidiosa malattia.

Che dire poi della tintura madre di malva, una diluizione della pianta fresca in alcool, che si trova comunemente nelle farmacie provviste di prodotti fitoterapici e omeopatici?

Somministrata due volte, mattino e sera, a dosi di 30 gocce diluite in acqua, ha proprietà emollienti, antitussigene e antinfiammatorie. Avete qualche allergia da cosmetici e volete usare un prodotto che sia ben tollerato? Fatevi consigliare una crema alla malva che viene ormai commercializzata da diverse ditte specializzate in fitocosmesi. Inoltre, recentemente una pomata alla malva è stata prescritta a un paziente oncologico dopo la radioterapia. La composizione è la seguente: crema base con 10% di olio di baobab, 10% di fieno greco tintura madre, 10% di malva estratto fluido e 30% di aloe succo, da preparare come prodotto galenico in farmacia.

*Farmacista

Esperta in fitoterapia