Giro di vite a Bolzano: multe salate ai No Vax

La Provincia autonoma di Bolzano ha deliberato la possibilità di effettuare multe per un valore di 167 euro per i genitori inadempienti dei confronti dell'obbligo vaccinale

Tempi duri per i genitori "no vax" altoatesini. La giunta della provincia autonoma di Bolzano ha infatti approvato due delibere riguardanti le procedure e le sanzioni amministrative da applicare nei casi di inadempimento dell'obbligo vaccinale sia per l'anno scolastico 2018-2019, che per l'anno scolastico 2019-2020. La multa ammonterà a 167 euro.

Con la delibera vengono fissate le procedure alle quali si dovranno attenere i genitori dei bambini che, per l'anno in corso, non siano ancora stati vaccinati. I "no vax" verranno innanzitutto invitati dai servizi d'igene dell'Azienda sanitaria ad assolvere all'obbligo dopodiché, in caso di insolvenza, verranno convocati ad un secondo colloquio sempre con la possibilità di effettuare il vaccino.

Se anche la seconda chiamata dovesse cadere nel vuoto, l'amministrazione passerà ad inviare un verbale di sanzione amministrativa di 167 euro con l'obbligo, entro 60 giorni, di effettuare la vaccinazione.

I genitori che non provvederanno alla vaccinazione e al pagamento della sanzione, saranno segnalati dall'Azienda sanitaria all'Ufficio provinciale prevenzione, promozione della salute e sanità pubblica che emetterà a loro carico un'ordinanza di pagamento. L'Azienda sanitaria infine segnalerà i bambini che non sono stati vaccinati alla direzione delle scuole o delle scuole per l'infanzia.

Per l'anno scolastico in corso, i minori si considerano prenotati per la vaccinazione e, pertanto, potranno frequentare le strutture scolastiche. Per l'anno scolastico 2019-2020 si applicheranno invece le disposizioni statali.