La pillola anticoncezionale va assunta tutti i giorni: lo dimostra uno studio inglese

La pillola anticoncezionale può essere assunta tutti i giorni del mese senza l’interruzione di sette giorni tra un ciclo e l’altro. Lo stabiliscono le nuove linee guida del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists inglese

La pillola anticoncezionale può essere assunta tutti i giorni del mese senza interruzione.

La pausa che di solito si osserva per 7 giorni fra un ciclo e l'altro non è assolutamente necessaria. È quanto hanno stabilito le nuove linee guida emanate dalla Faculty of Sexual and Reproductive Healthcare (Fsrh) del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists inglese.

Secondo i ricercatori inglesi la pratica dell'intervallo di sette giorni che veniva effettuata era stata introdotta nella speranza che la Chiesa cattolica accettasse una qualche forma di contraccezione. Ma questa pratica risulta del tutto inutile. È ciò che dichiara l'Independent sul web.

Secondo gli esperti di ginecologia, i preziosi consigli dei ricercatori inglesi potranno aiutare maggiormente a prevenire gravidanze indesiderate. John Guillebaud, professore emerito di pianificazione familiare e salute riproduttiva, ha ricordato che uno degli inventori della pillola anticoncezionale fu il ginecologo cattolico John Rock.

Fu proprio lui ad ideare la famigerata pausa, tra un ciclo e l’altro perché sperava che il Papa accettasse questa forma di contraccezione e la rendesse accettabile agli occhi dei credenti. Rock sperò invano per diversi anni. Il Papa deluse le sue aspettative e non accettò la pillola. Quando la sua campagna fallì, abbandonò la religione. Si sentì demotivato. Capì che pur essendosi continuamente impegnato per tutta la sua vita a far accettare al Papa questa misura contraccettiva non aveva più senso continuare con questa “missione”.

Alla luce della recente ricerca inglese risulta che per ben 60 anni si sia assunta la pillola in modo sub-ottimale solo per motivi religiosi. Ora nel Regno Unito si sta aspettando con ansia la prescrizione della pillola per 365 giorni l'anno. Le case farmaceutiche si stanno già mobilitando per modificare le scatole. Come ben sappiamo, attualmente la pillola è ancora comunemente confezionata in blister da 21 compresse.