Progettate in Italia le "navette" che nel sangue daranno la caccia ai tumori

Le nano-navette sono state costruite in Italia, nell'Istituto di tecnologia di Genova, grazie a un finanziamento del Consiglio europeo della ricerca

Eliminare le cellule tumorali attraverso delle minuscole particelle. Le nuove armi contro i tumori sono delle nano-navette create dai ricercatori dell'Istituto di tecnologia di Genova grazie a un finanziamento del Consiglio europeo della ricerca.

Gli studiosi sono stati coordinati da Paolo Decuzzi, direttore del Laboratorio di Nanomedicina di precisione dell'Istituto. Le particelle che cacciano le cellule cattive e le uccidono attraverso un farmaco sono state testate su diverse forme di tumore, come quello al seno e il glioblastoma. Inoltre, le nano-navette sono in grado di combattere il tumore e allo stesso tempo rafforzare le difese immunitarie.

A livello strutturale, queste armi sono state create in modo da essere soffici come le cellule o dure come le ossa, per riuscire così a confondersi tra esse e sfuggire agli attacchi del sistema immunitario, che se no proverebbe a eliminarle. La ricerca coordinata da Decuzzi è stata pubblicata sulla rivista Acs Nano.

Commenti

aredo

Mer, 24/01/2018 - 13:37

Ed ancora finanziamenti a pioggia.. miliardi e miliardi che si rubano questi finti medici, finti scienziati e finti ricercatori. E nessuna vera cura per i tumori. La gente continua a crepare. Nessuno fa niente a parte rubare e far morire la gente.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 24/01/2018 - 13:58

PER LA RICERCA SUL CANCRO NON SONO MAI ABBASTANZA LE SOVVENZIONI..... NON E' VERO CHE NON VI E' CURA, LA GENTE OGGI SE E' UN PO FORTUNATA RIESCE A CAVARSELA....... PARLO PER ESPERIENZA PERSONALE, QUELLO CHE MI E' SUCCESSO , FOSSE SUCCESSO 10 ANNI FA MA ANCHE 5 , NO ME LA SAREI CAVATA. POI OGNUNO PENSA CIO' CHE VUOLE O CHE PENSA......

TonyGiampy

Mer, 24/01/2018 - 15:16

Aredo Come dice lei ci sono finti medici e finti ricercatori ma ce ne sono anche di buoni. E sono questi che fanno le scoperte piu' importanti che potrebbero semplificarci la vita.Il tutto pero' si scontra con una triste realta'.L'enorme costo,a sperimentazione ultimata,di queste cure che noi comuni mortali non potremo mai permetterci (se non mettendo in vendita la casa) e l'ostruzionismo di case farmaceutiche,oncologi,chirurghi ecc che hanno tutto l'interesse affinche' la gente continui ad ammalarsi e porti i soldi nelle casse dei loro studi medici e delle loro cliniche!!!Ossequi.

Tarantasio

Mer, 24/01/2018 - 16:09

come disse nino frassica il nostro problema più grosso è l'ignorantità...

VittorioMar

Mer, 24/01/2018 - 17:21

...SE INVECE DI DISPERDERE L'8x1000, SI DONASSE A RICERCHE SCIENTIFICHE SU MALATTIE GENETICHE ,SAREBBE COSA BUONA SANTA E GIUSTA!!!

ILpiciul

Gio, 25/01/2018 - 08:14

Ho notato che le persone ultra ricche e potenti muoiono alle soglie dei cent'anni; ciò mi induce a pensare che le cure efficaci esistano, ma non per tutti.