Resilienza e punti di forza personali

La vita è talvolta caratterizzata da eventi molto difficili, quali, ad esempio, una malattia grave, un lutto, un attentato, ma anche da eventi più «semplici» e quotidiani, come perdere il lavoro, avere problemi economici o difficoltà nella sfera della vita affettiva. Sostenere che una persona è «resiliente», non significa dire che non ci siano sentimenti di malessere o dolore emotivo dinanzi a una difficoltà, ma che sono presenti spiccate capacità di capire, imparare e sviluppare comportamenti o modi di pensare funzionali a gestire le difficoltà. Un individuo può essere più vulnerabile alle difficoltà, ma può essere resiliente se è cresciuto in un ambiente propenso a un atteggiamento costruttivo.

Le persone con un buon livello di resilienza, dunque, fronteggiano costruttivamente le contrarietà e riescono a raggiungere mete importanti. L'esposizione alle avversità sembra essere rafforzativa, queste persone sono, infatti, ottimiste, flessibili e creative; sanno lavorare in gruppo e fanno facilmente tesoro delle proprie e delle altrui esperienze.

Ma cosa, quindi, determina la nostra resilienza? A nutrire la nostra resilienza, contribuiscono diverse questioni, prima tra tutti la presenza, all'interno come all'esterno della famiglia dell'individuo in questione, di relazioni con persone premurose e solidali. Questo tipo di relazioni genera fiducia, e fornisce incoraggiamento ad affrontare le difficoltà.

Anche la capacità di sostituire emozioni negative con vissuti fiduciosi e positivi, pare essere un aspetto fondamentale, nonché la capacità di costruire relazioni eterogenee che sostengano l'individuo nelle difficoltà.

Le strade che possono portare le persone ad accrescere il proprio livello di resilienza sono, quindi, numerose. Migliorare il proprio livello di resilienza significa focalizzare l'attenzione sulle esperienze del passato, cercando di individuare le risorse che rappresentano i punti di forza personali. La resilienza non è, quindi, una caratteristica presente o assente in un individuo, ma può essere altresì incrementata da chiunque in qualunque circostanza.

È in questo senso la capacità di riorganizzare la propria vita in modo da riuscire a fronteggiare le difficoltà che incarna l'essenza della resilienza.

La persona resiliente, non si lascia «deformare» dallo stress e dalle sofferenze, ma affronta il disagio superandolo e «ritornando» allo stato iniziale con un bagaglio di esperienze più ricco.

*Psicologa

Psicoterapeuta