Rientro al lavoro, i cibi utili

Il rientro dalle vacanze potrebbe risultare difficoltoso e spingere verso una condizione di malinconia e tristezza. Ecco come contrastarle con l'aiuto di qualche cibo prezioso

Malinconia e tristezza, un vortice negativo sempre presente al rientro dalle vacanze e che può risultare di intensità variabile, ma che è bene arginare con il supporto di una scelta alimentare specifica. Il cibo può rivelarsi una risposta per riportare il sorriso sul volto risollevando al contempo l'umore, grazie ad una piccola variazione alimentare utile per la salute e l'energia di corpo e mente.

È proprio nel piatto che si possono trovare le risposte migliori per combattere i primi accenni di depressione da rientro, contrastando anche l'ansia e lo stress. L'alimentazione e i cibi influenzano positivamente l'umore, ma è necessario scegliere prodotti freschi e semplici limitando o eliminando l'assunzione di quelli industriali ricchi di conservanti e in grado di favorire l'acidosi nei tessuti, l'infiammazione nell'organismo e favorendo l'aumento di peso. Pollice verso anche per i prodotti ricchi di zucchero, sale o troppo raffinati, come dolci o carboidrati, in grado di favorire un appagamento momentaneo, una dipendenza da cibo e problematiche fisiche come l'ipertensione e il diabete.

Il cibo per agevolare il buonumore deve risultare semplice, immediato e di facile consumazione, privo di troppi condimenti e preparazioni elaborate come ad esempio:

  • Legumi: perfetti per un adeguato rilascio di dopamina e quindi di uno stato emozionale positivo e rilassato, ma anche ferro, potassio e fosforo, come nel caso delle lenticchie in grado di saziare più a lungo favorendo una forte sensazione di appagamento.
  • Cioccolato: meglio se fondente perché utile per contrastare gli sbalzi d'umore grazie alla presenza di triptofano e teobromina.
  • Semi oleosi e frutta secca: perfetti perché ricchi di magnesio in grado di agevolare un riposo intenso e il buonumore come ad esempio mandorle, semi di lino, girasole e zucca, quindi di triptofano necessario per il buon funzionamento della memoria, dell'umore e del desiderio sessuale, ma anche di vitamina B9 come nel caso delle noci e di omega3.
  • Patate: ricche di triptofano, vitamina B1agevolano una sensazione di benessere e rilassamento emotivo.
  • Riso: è una fonte utile di triptofano, necessario per la produzione della serotonina che regola sia l'umore che l'appagamento personale.
  • Integrale: cereali e farine integrali sono una ricarica di vitamine B1 e B9, quindi di selenio.
  • Frutta: l'ananas è una ricarica di triptofano e gli agrumi sono prodighi di vitamine B9 e B1 necessarie per l'umore. La banana è ricca di magnesio e potassio necessari per l'equilibrio del sistema nervoso e della psiche.
  • Ortaggi: spinaci ricchi di magnesio e anche di ferro, così come i broccoletti e le verdure a foglia di colore verde scuro sono molto indicati per recuperare energia e contrastare la spossatezza. Così come il cavolfiore e le verdure a foglia verde, ricche di vitamina B9 e B6 utili per il sistema nervoso.
  • Uova: perfette per un buon rilascio di dopamina quindi di triptofano in grado di agire positivamente sugli stati di sonno, sulla memoria, l'appetito e l'umore.
  • Pesce: frutti di mare ricchi di ferro e utili contro la stanchezza fisica, il salmone per il triptofano, quindi tonno, sardine e alici per una ricarica di Omega 3 necessari contro l'ansia e lo stress, mentre un maggiore consumo di pesce favorisce il rilascio di dopamina aumentando il senso di piacere e rilassamento personale.
  • Latte e latticini: sono ricchi di triptofano, l'amminoacido indicato per il benessere del sonno, della memoria, dell'appetito anche di quello tra le lenzuola, ma è indicato non esagerare con i quantitativi.
  • Carne: il fegato è ricco di ferro, la carne di maiale di vitamina B9, mentre le carni magre posso risultare benefiche perché ricche di B12 utile per il sistema nervoso. Come sempre è meglio non eccedere con i quantitativi evitando il consumo di carni rosse.