Rischio disidratazione anche in inverno

In inverno si pensa erroneamente che il corpo non si disidrati. Ma la verità è che bisogna bere regolarmente anche nella stagione fredda. I rischi della disidratazione in inverno sono tanti e minano al nostro benessere quotidiano

Spesso si pensa erroneamente che la disidratazione sia un fenomeno che caratterizza solo ed esclusivamente la stagione estiva. Questo stato fisico in realtà si può verificare anche durante le fredde giornate invernali.

Durante la stagione invernale, col freddo e la sudorazione che si crede ridotta, il fenomeno della disidratazione è sottovalutato. Anche in inverno a causa della disidratazione si può andare incontro a malesseri di vario genere che possono avere anche gravi conseguenze. Durante le giornate più glaciali si percepisce poco il senso della sete.

Non bevendo regolarmente si va incontro all’irregolarità della diuresi e a infezioni urinarie come la cistite. Altri sintomi legati alla disidratazione sono l’eccessiva secchezza della bocca, la sonnolenza, un senso di affaticamento accompagnato da mal di testa, la stitichezza, le vertigini.

L’organismo ci può lanciare anche messaggi inequivocabili come sentire improvvisamente una sete eccessiva. Solitamente i bambini e i neonati, a causa della disidratazione, sentono sonnolenza. Gli adulti diventano nervosi e maggiormente irritabili. Si arriva persino ad avere tanta confusione mentale, gli occhi infossati e una sensazione di svenimento quando ci si alza velocemente.

Sembra strano ma anche in inverno si può verificare un’eccessiva sudorazione a causa dell’esposizione alle temperature alte dovute ai climatizzatori e ai riscaldamenti. Alle fredde temperature il sudore tende a evaporare in fretta, col rischio di non essere “avvertito” e quindi compensato con un adeguato reintegro di liquidi (portando quindi a disidratazione).

La soluzione più pratica è quella di non aspettare di avere sete per bere. Bisogna farlo in maniera regolare durante la giornata a piccoli sorsi. In questo modo si potranno evitare gli spiacevoli sintomi della disidratazione. La raccomandazione è di bere almeno due litri di acqua al giorno e integrare i liquidi con una dieta a base di frutta e verdure.