Rossetto dimagrante a base di tè verde con estratto di hoodia

Medici inglesi contrari alla sua commercializzazione

Rossetto dimagrante in arrivo dall'Inghilterra, ha già sollevato notevoli polemiche. Secondo quanto promesso dall’innovativa invenzione, potremo presto dimenticare le scarpe da ginnastica e il borsone della palestra. Ci basterà avere labbra curate e truccate. Addio a sensi di inadeguatezza e invidia nei confronti di persone che sfoggiano una forma perfetta, magari con alle spalle un duro esercizio fisico. Anche se, un po’ di attività fisica non può far altro che bene, a mente e corpo.

Addio anche a spese folli in farmacia per comprare l’ultima crema dimagrante che promette un fisico da modella in poco tempo. Dimenticate tutto questo, perché da ora in poi basterà avere un rossetto in borsa. Ma non un semplice rossetto, un rossetto dimagrante. Arriva dal Regno Unito e promette un dimagrimento rilassato, privo di sforzi. Abbandonati quindi gli stimolatori elettrici che lavoravano per noi senza disturbare, nel frattempo potevamo infatti dedicarci ad altre attività o anche al solo riposo.

Labbra seducenti e dimagrimento assicurato, grazie a tre elementi che compongono il rossetto. Andiamo per ordine. Tè verde, conosciuto per il suo aiuto nell’accelerare il metabolismo, con proprietà drenanti e diuretiche che aiutano a ridurre la ritenzione idrica e gli inestetismi della cellulite. Secondo elemento il cromo picolinato, un integratore alimentare chimico di cromo, usato in caso di carenza.

Terzo e importantissimo ingrediente magico l’estratto di hoodia gordonii, nota anche come cactus del deserto. Questa pianta, diffusa soprattutto nell’Africa del Sud, sarebbe particolarmente utile nel dimagrimento, grazie alla sua azione antifame. Usata da sempre nella medicina tradizionale, sarebbe impiegata anche in integratori contro l’obesità. Hoodia contiene molti principi attivi della famiglia dei glicosidi steroidei, oltre al Beta Sitosterolo, acidi grassi e vitamina E. Andrebbe a ridurre l’assunzione di cibo, agendo probabilmente a livello dell’ipotalamo, centro dell’appetito, riuscendo a ridurre la fame anche del 30%.

Dura la reazione da parte dei medici inglesi. Da una parte non sono affatto convinti che questo rossetto possa mantenere le promesse fatte. Dall’altra sono molto preoccupati sul messaggio che viene lanciato soprattutto verso i giovanissimi: dimenticate palestra e alimentazione corretta, vi basterà un rossetto per essere felici. I ragazzi devono capire che la vita è sacrificio in tutto e riuscire a ottenere risultati attraverso uno sforzo può solo dare soddisfazione.