Salute orale, come difendersi dai rischi della menopausa

Una volta sopraggiunta la menopausa, subentrano rischi come l'assenza di salivazione e la sensazione di bruciore alla bocca

Non ci sono solo le classiche vampate di calore tra i disturbi provocati dalla menopausa. Lo afferma una ricerca di Vitaldent, che evidenzia come le donne che si trovano ad attraversare questo periodo possano andare incontro anche ad altre patologie a livello orale.

Tra queste, anzitutto la sensazione di avere la bocca in fiamme, altrimenti nota come "Burning mouth syndrome": si presenta come una sgradevole sensazione di bruciore alle gengive, alle labbra e alla lingua, e provoca dolore ai denti, oltre ad alitosi e a un'alterazione nella percezione dei sapori.

Dietro al nome di xerostomia si cela invece la cosiddetta "secchezza delle fauci", causata dalla diminuzione o dall'assenza di salivazione. Tra le conseguenze vi è una continua difficoltà a deglutire, mangiare e bere, oltre a una minore igiene orale, normalmente garantita dall'azione benefica della saliva.

In questi casi il dentista può eventualmente intervenire con la prescrizione di stimolanti della salivazione o, nei casi più gravi, di sostituti della saliva.