Un respiro corretto aiuta a non sbandare

Un respiro sbagliato diminuisce l’equilibrio, aumentando il rischio di cadute. A dirlo è uno studio spagnolo

Respirare in modo corretto è necessario anche per mantenere un giusto equilibrio. Altrimenti rischiamo di sbandare e di conseguenza cadere. Un’azione che sembrerebbe automatica e involontaria ha invece bisogno di essere pensata. E per respirare in modo corretto vanno usati i muscoli addominali. Questo è quanto rivelato da una ricerca pubblicata sulla rivista Gait & Posture. Gli studiosi della Università Pompeu Fabra di Barcellona hanno preso in considerazione la contrazione muscolare durante la respirazione e i suoi effetti sulla postura, al fine di capire quanto tensione e stress possano avere una certa influenza sull’equilibrio. I ricercatori hanno studiato 30 volontari, misurandone la stabilità in diverse fasi, sia stressanti che rilassanti.

Da quanto emerso molti di loro non respiravano in modo corretto, andando quindi in modo involontario a contrarre i muscoli addominali, che dovrebbero invece essere rilassati. Questo sintomo è un chiaro segnale di chi è teso o stressato. Inoltre, la contrazione involontaria dei muscoli dell’addome si ripercuoteva anche sull’equilibrio dei soggetti in piedi.

Come ha spiegato Simone Tassani, primo autore dello studio, “I nostri risultati mostrano che le situazioni di stress quotidiano possono portare a una diminuzione dell’equilibrio. Questo a sua volta può aumentare il rischio di caduta”. Di conseguenza “I risultati dimostrano la necessità di esplorare il fatto preoccupante che una grande parte della popolazione potrebbe non essere in grado di respirare correttamente”.