Smartphone: 7 volte più batteri rispetto al WC

Secondo uno studio, lo smartphone con una custodia in plastica è sette volte più sporco del WC: addirittura più pericolosi sono i case in pelle

Lo smartphone è divenuto l'oggetto più usato in ogni momento della giornata: sia che ci si trovi fuori casa che in un momento di intimità domestica, il dispositivo è sempre presente. Eppure vi è un elemento che troppo spesso viene ignorato, ossia la sporcizia che lo strumento conserva. Secondo un nuovo studio, infatti, lo smartphone è circa sette volte più sporco di un sedile del WC. Un aspetto legato soprattutto a un accessorio indiscutibilmente necessario, ossia la custodia, normalmente ricca di batteri. Le cover in pelle risultano essere quelle con più germi, ma anche quelle in plastica hanno più di sei volte i germi che si trovano solitamente su un wc.

L'azienda Initial Washroom Hygiene ha prelevato dei tamponi dagli smartphone del Regno Unito, tramite un dispositivo portatile che illumina i microbi vivi presenti sulla superficie. Il professore emerito di batteriologia presso l'Università di Aberdeen, Hugh Pennington, ha dichiarato in merito: "Fare un tampone su uno smartphone è come controllare un fazzoletto: è probabile che vi siano germi a causa del contatto fisico stretto che più volte al giorno si ha con il dispositivo. Ci sarà il norovirus sui telefoni in questo periodo dell'anno, ma i germi sugli smartphone saranno probabilmente i batteri stessi delle persone, quindi la probabilità di trasmettere malattie è bassa. Tuttavia, potrebbe essere sconsigliato condividere i telefoni".

Per questo studio sono stati esaminati 50 telefoni e si è registrata la più alta presenza di batteri con gli smartphone che erano dotati di custodia in pelle, il classico modello a portafoglio. Nello specifico, è stata rilevata una quantità di batteri quasi 17 volte in più di quella presente sul sedile di un water. Secondo gli esperti, i telefonini sono così sporchi proprio perché vengono portati in bagno, quindi esposti allo stesso numero di germi presenti su maniglie e sedili della toilette. Un sondaggio, condotto dalla stessa azienda su 2.000 persone, ha svelato che il 40% ha detto di utilizzare il proprio smartphone mentre si trovava in bagno sul luogo di lavoro. E inoltre, solo il 20% ha pulito il cellulare dopo averlo portato con sé. Infine, bisogna dire che già nel 2011 scienziati della London School of Hygiene & Tropical Medicine hanno scoperto come un cellulare su sei sia contaminato da materiale fecale, compresi i batteri dell'Escherichia coli, che possono causare gravi problemi a livello di stomaco.