Stress da lavoro? Mette a rischio anche la vista

Lo stress da lavoro può provocare danni alla vista

Lo stress da lavoro può davvero compromettere la vista, è quanto emerso da uno studio tedesco condotto dall’università di Magdeburgo, in Germania.

Anche il lavoro infatti, se vissuto in modo stressante, può crearci problemi agli occhi. E può causare danni anche rilevanti. Se poi abbiamo già problemi visivi, questi tendono a peggiorare ulteriormente a causa proprio dello stress prolungato.

I risultati sono purtroppo vari e improvvisi: dal tremolio involontario della palpebra al glaucoma, per arrivare addirittura, nei casi peggiori, alla perdita totale della vista.

L’infiammazione causata dallo stress, la maculopatia sierosa centrale, può tradursi appunto nella perdita della vista, per fortuna quasi sempre solo momentanea.

Lo studio tedesco prende in considerazione soprattutto il glaucoma, una malattia oculare correlata a una pressione eccessiva all’interno dell’occhio e che colpisce il nervo ottico.

La pressione oculare normale è compresa fra i 10 ed i 21 mm/Hg con una media di 16 mm/Hg, una pressione più elevata può portare alla formazione del glaucoma.L’ormone dello stress, il cortisolo, può in questo caso aumentare i livelli eccessivamente e andare a colpire i vasi sanguigni dell’occhio.

La persona affetta da glaucoma è molto stressata. Secondo H. Selye che coniò la parola stress, la definizione esatta sarebbe "sindrome di adattamento", ovvero tutto ciò che viene fatto dal nostro organismo per rispondere a un cambiamento procurato dall'esterno. Se non riusciamo a gestire lo stress, ne subiremo le conseguenze anche a livello di salute.

I danni visivi possono fortunatamente essere arginati cercando di ridurre i livelli di stress. Questo studio avrebbe l’obiettivo di far valutare i medici sulla possibilità di inserire lo stress (causato anche da problemi sul posto di lavoro) tra gli elementi di rischio di queste malattie oculari.

Il lavoro permette certo soddisfazioni personali ma quando la pressione diviene eccessiva, si va incontro anche a seri problemi di salute.