Succhi di frutta 100%, positivi per la salute

Le proprietà benefiche del succo di frutta sono note da tempo, ma in pochi sanno che l'arancia aiuta il metabolismo del glucosio con l'esperidina

Il succo di frutta svolge un ruolo benefico per l'organismo in particolare quello d'arancia, che offre una ricarica di vitamina C oltre alla presenza salutare dell'esperidina. Quest'ultima è un bioflavonoide appartenente al sottogruppo dei flavanoni, solitamente è presente in percentuale maggiore nella buccia e nella parte bianca che ricopre gli agrumi e nota come albedo.

L'esperidina è un ottimo antinfiammatorio e antiossidante naturale con benefici evidenti nei confronti del metabolismo del glucosio e come schermo protettivo per il cuore. Grazie alla spremitura industriale i quantitativi di esperidina risultano 3,3 volte superiori all'interno di un prodotto naturale presente in commercio, piuttosto che nella classica spremuta realizzata in casa.

Come riporta anche LaPresse questo è ciò che è merso durante il Congresso Nutrimi- XIII forum di Nutrizione Pratica attraverso le parole del Dottor Giorgio Donegani, Tecnologo alimentare e Consigliere OTALL: «L'esperidina, anche quando attraversa processi industriali, mantiene comunque una buona biodisponibilità, e può essere assorbita dall'organismo in misura elevata».

Una sostanza importante per la salute dell'organismo, l'esperidina, perché permette una netta riduzione dell'assorbimento dello zucchero da parte dell'intestino, stimolando al contempo la secrezione di insulina ed il corretto trasporto di glucosio nelle cellule. In quanto antiossidante opera contro il danno ossidativo e l'infiammazione cronica subita da organi e corpo, stimolando l'attività antiossidante del plasma. Un consumo continuativo per circa quattro settimane assicura una modifica sostanziale e positiva del'epressione genica dei leucociti a profilo anti-infiammatorio e anti-aterogeno.

Una scoperta molto importante per chi soffre di diabete di tipo 2 perché l'esperidina contrasta lo stress ossidativo a carico del DNA diminuendo la condizione di perossidazione dei grassi e dei relativi danni, favorendo anche un abbassamento dei livelli di acido urico nel corpo. Le arance si trasformano così in amiche gustose e vitali per il corpo umano e, grazie all'esperidina, protettrici del cuore in grado di ridurre la pressione diastolica con netto miglioramento della funzione microvascolare.