Superfood, verità e falsi miti da sfatare sui possibili benefici

I superfood, pur contenendo proprietà benefiche per l'organismo, non fanno miracoli come spesso si pensa

Sempre più spesso, in ambito alimentare, si sente parlare dei cosiddetti superfood, ovvero di quei cibi che contengono sostanze che potrebbero apportare benefici alla salute. I mirtilli, l'avocado e lo zenzero, per esempio, sembrano rientrare in questa categoria, dal momento che presentano proprietà antiossidanti e minerali, che avrebbero effetti positivi sull'organismo. Tuttavia, non esiste una linea di demarcazione netta e precisa tra i cosiddetti superfood e tutti gli altri cibi, ma, soprattutto non esistono studi scientifici che confermino ufficialmente le proprietà benefiche di questi alimenti, come viene spiegato anche sul sito dedicato all'alimentazione Dissapore.

Per questo motivo, il portale Nutrimi.it ha deciso di fare chiarezza sui reali effetti benefici di quei cibi che vengono considerati superfood, con lo scopo di sfatare i falsi miti che circolano su questa tematica. Si tratta certamente di cibi ricchi di proprietà e nutrienti, che potrebbero apportare svariati benefici se inseriti all'interno di una dieta salutare ed equilibrata, ma non sono dotati di proprietà miracolose, come molte persone credono. La denominazione stessa di superfood, infatti, è inventata e viene utilizzata soprattutto per finalità legate al marketing, in quanto non esistono linee guida ufficiali per determinare se un alimento sia o meno un superfood.

Il portale Nutimi.it ha quindi sfatato il mito che aleggia intorno ai superfood, stilando una stila che comprende diversi alimenti che sembrerebbe ottimi per la salute, descrivendone accuratamente le qualità e gli effetti benefici, sottolineando, però, che non ci sono al momento studi clinici che confermino i benefici legati al loro consumo. Curcuma e zenzero, ad esempio, potrebbero rientrare in questa classifica, in quanto presentano composti bioattivi che contribuiscono a prevenire alcune malattie. Anche mirtilli, avocado e bacche di goji sono ricchi di minerali, vitamine e nutrienti e perciò rientrerebbero nella lista dei possibili superfood.

In conclusione, dunque, è bene tenere presente e ricordare che nessun cibo può fare miracoli, pur avendo effetti positivi, e che il termine spesso è usato in maniera fuorviante. La nutrizionista del team del portale, Carlotta Lassandro, ha infatti precisato: “Il superfood non esiste, nella superdieta ogni alimento, purché consumato nelle giuste quantità, può apportare qualcosa di ‘utile’ e contribuire alla salute dell’individuo”.