Tumore al seno, le noci lo riducono. Ecco la nuova conferma

Secondo uno studio condotto presso la Marshall University basta consumarne 57 grammi al giorno

Si stima che circa una donna su dieci ne venga colpita nel corso della vita. Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nel sesso femminile. Le cause, purtroppo, non sono ancora del tutto note. Vengono, tuttavia, associati alla malattia alcuni fattori di rischio. Innanzitutto l'età. La maggior parte dei casi, infatti, viene diagnosticata in soggetti ultra cinquantenni. Ancora costituiscono dei campanelli d'allarme la prima gravidanza dopo i 30 anni, il menarca prima dei 12 anni, la nulliparità, la familiarità e la menopausa dopo i 50 anni. Diversi studi hanno inoltre dimostrato una connessione tra il cancro alla mammella e un uso eccessivo di estrogeni. Nonostante l'obiettivo fondamentale sia quello di giungere ad una diagnosi prima della comparsa dei sintomi, è necessario osservare periodicamente il seno per scorgere in tempo eventuali anomalie. La manifestazione più comune del tumore al seno è la presenza di un nodulo di consistenza dura ben riconoscibile alla palpazione. Da non sottovalutare anche le perdite da un capezzolo, una sua inversione, la desquamazione della pelle circostante e cambiamenti di forma della mammella.

Diverse ricerche hanno dimostrato che l'assunzione di una determinata quantità di noci al giorno è in grado di ridurre la neoplasia. A confermarlo ora è uno studio condotto presso la Marshall University e pubblicato sulla rivista Nutrition Research. Si è trattato di un trial clinico pilota secondo il quale basta consumare 57 grammi di noci quotidianamente per circa due settimane per cambiare l'espressione genica nei tumori già confermati. Per il primo studio clinico pilota sono state reclutate donne con noduli mammari abbastanza grandi da poter essere sottoposti a biopsia. Le volontarie sono poi state divise in gruppi che consumavano noci e in gruppi di controllo. In seguito al prelievo bioptico le pazienti del gruppo di noci hanno iniziato a mangiarne 57 grammi al dì fino al giorno dell'intervento chirurgico. Durante l'operazione sono stati prelevati ulteriori campioni di tumori. Il profilo del sequenziamento dell'RNA ha così rivelato che circa 456 geni erano significativamente modificati nel cancro dopo il consumo di noci.