Walter Ricciardi a capo del board europeo contro il cancro

Walter Ricciardi è stato nominato a capo del "Mission Board for Cancer" istituito dalla Commissione Europea, l'ente che si occuperà del programma di ricerca e innovazione dell'UE (2021-2027)

Walter Ricciardi è stato nominato a capo del "Mission Board for Cancer" istituito dalla Commissione Europea. Il professore ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica guiderà un team di 15 esperti che, nel quadro di Horizon Europe, si occuperà del programma di ricerca e innovazione dell'UE (2021-2027).

Saranno Ricciardi e il suo gruppo a valutare e approvare i finanziamenti per progetti di ricerca in ambito oncologico. Franco Anelli, rettore dell'Università Cattolica, si è subito complimentato per la nomina: "Questo prestigioso e importantissimo riconoscimento internazionale, nel prendere atto della indiscussa competenza scientifica e organizzativa del professor Ricciardi, costituisce motivo di soddisfazione e di legittimo orgoglio per la nostra Università e il nostro Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS". Ricciardi, invece, sente il peso dell'incarico che gli è stato affidato: "Sostituire un Premio Nobel non sarà facile ma ci metterò tutto il mio impegno", ha detto. Il professore italiano, infatti, lo scorso agosto era stato selezionato tra 2100 candidati proprio per sostituire Harald zur Hausen, Nobel per la Medicina 2008 che lascia per motivi personali. A prendere il posto di Ricciardi come membro del board è, invece, la dottoressa Bettina Ryll, del Melanoma Patient Network Europe. Ricciardi, ex commissario ed ex presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (2015-2018), rappresenta l'Italia nell'Executive Board dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per il triennio 2017-2020 ed è alla guida della World Federation of Public Health Associations. Infine è direttore della Dipartimento Scienze della salute della donna, del bambino e di sanità pubblica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS.